Martedì, 21 Settembre 2021
Economia

Omc cambia nome: per l'edizione 2021 diventa 'Med Energy Conference'

Offshore Mediterranean Conference cambia denominazione e diventa Omc - Med Energy Conference

Offshore Mediterranean Conference cambia denominazione e diventa Omc - Med Energy Conference. A partire dall’edizione 2021, in programma al Pala De André di Ravenna dal 28 al 30 settembre, e sulla scia di quanto già avviato nelle precedenti edizioni, la manifestazione si concentrerà sui temi della transizione verso la decarbonizzazione del sistema energetico e della trasformazione che il settore sta mettendo in campo per continuare a creare valore nel lungo termine. Il tema scelto per questa edizione è ”Rethinking energy together: alliances for a sustainable energy future” (Ripensare l’energia insieme: creare alleanze per un futuro energetico sostenibile).

“Siamo consapevoli – commenta Monica Spada, presidente di Omc - Med Energy Conference – che non esiste una soluzione unica per un problema mondiale come quello della lotta al cambiamento climatico, ma una serie di percorsi diversificati da sperimentare e testare insieme. Da qui l’importanza di valorizzare le alleanze tra tutti gli attori coinvolti nel percorso di cambiamento, con una visione olistica e inclusiva. In quest’ottica Omc - Med Energy Conference vuole configurarsi nell’ambito del Mediterraneo come un luogo di confronto e dialogo in cui stimolare l’attenzione e la consapevolezza sulle priorità del dibattito energetico. E, inoltre, favorire le condizioni per condividere know how ed esperienze tra piccoli e grandi player, contrattisti, istituzioni e consumatori. Stiamo siglando intese con associazioni italiane ed estere, partnership per catalizzare sinergie tra operatori di settori diversi, con l’obiettivo di proseguire il dialogo anche oltre la durata della manifestazione. E in questo percorso coinvolgeremo da subito la scuola, l’università, il mondo giovanile”.

“Omc rilancia su Ravenna non solo confermando l’edizione 2021, ma aggiornando la propria denominazione in Omc – Med Energy Conference. Un passo importante per una manifestazione da sempre fondamentale per la nostra città, che pone in questo modo Ravenna ancora più al centro del settore energetico e della green economy globale, con una visione verso un futuro sempre più sostenibile - commenta il sindaco Michele de Pascale - Omc – Med Energy Conference è perfettamente in linea con la politica industriale del nostro territorio confermando Ravenna come città dell’energia ieri oggi e domani e come fulcro del dibattito energetico internazionale”.

"E' giusta ed encomiabile l'intenzione della rassegna Omc del prossimo settembre a Ravenna di qualificare ulteriormente la ricerca scientifica e le alleanze per un  "futuro energetico sostenibile" - afferma Giannantonio Mingozzi di Tcr - ancora di più se la denominazione "offshore" farà parte di una nuova identità e di  un programma espositivo e di lavori più ampio e coinvolgente. E' un'occasione straordinaria per un dialogo a tutto campo con l'industria mondiale dell'energia, con l'Università che a Ravenna ha compiuto passi da gigante nel settore ambientale e delle risorse naturali, con i Paesi del Mediterraneo e del Nord Africa che rappresentano sempre di più interlocutori tecnologici e commerciali in grande crescita e di indiscutibile valore per il nostro porto e per la stessa movimentazione navale. Tutto ciò potrà fornire nuovi elementi per definire le priorità della politica industriale in campo energetico e per non dimenticare che l'offshore conta a Ravenna su imprese tra le più avanzate e competitive del mondo e che proprio in questi mesi hanno dimostrato il loro valore; spero possano continuare ad operare anche in Adriatico, per non disperdere risorse che appartengono al nostro Paese e che rafforzano il ruolo dell'Italia nel confronto con i principali Paesi produttori e con il nordeuropa in particolare".

Tra le novità, l’ampliamento del Programme Commitee con le competenze di Enea, CNR, DNV GL, Corepla, Cariplo Factory, BCG, OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia), Scuola Sant'Anna, Montanuniversität Leoben, Politecnico di Milano e Torino, Clausthal University of Technology. L’Innovation Room, dedicata ai giovani: la nuova arena coinvolgerà università, aziende e investitori in presentazioni e concorsi per cogliere il potenziale di nuove idee da trasformare in progetti per l’industria. Saranno previsti una giornata all’insegna delle start up, un hackathon per sviluppare progetti e applicazioni che producano l’innovazione radicale necessaria in vista degli obiettivi di sviluppo sostenibile al 2030, una call for ideas rivolta a università e istituti di ricerca del Mediterraneo e Nord Africa per dare voce alle idee che rispondano al bisogno di produrre energia sostenibile e un contest che coinvolgerà le scuole del territorio. Le sessioni plenarie strategiche e i panel tecnici si occuperanno del nuovo scenario energetico, delle strategie e dei nuovi modelli di business per traguardare l’obiettivo di un’industria a emissioni zero di carbonio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omc cambia nome: per l'edizione 2021 diventa 'Med Energy Conference'

RavennaToday è in caricamento