rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Economia Faenza

Omsa, la Cgil chiede il ritiro delle procedure di mobilità

La Cgil ricorda “che la Golden Lady negli accordi siglati al Ministero, si è impegnata a perseguire ed agevolare il percorso di riconversione dello stabilimento faentino"

La Cgil della provincia di Ravenna e la Filctem Cgil provinciale in una nota “giudicano un atto gravissimo la lettera della Golden Lady, che dichiara l'apertura del procedimento di licenziamento collettivo per tutti i lavoratori e le lavoratrici Omsa alla vigilia dell'importante e delicato incontro del 5 gennaio tra istituzioni e chi sta manifestando interesse per la riconversione produttiva dello stabilimento. L'apertura delle procedure è un atto irresponsabile e provocatorio”.

Per questa ragione i sindacati ne hanno chiesto “il ritiro immediato”. La Cgil ricorda “che la Golden Lady negli accordi siglati al Ministero, si è impegnata a perseguire ed agevolare il percorso di riconversione dello stabilimento faentino, pertanto chiediamo un comportamento coerente che agevoli la trattativa e non le continue provocazioni ai lavoratori, al sindacato ed alle istituzioni che possono invece danneggiarla”

“Per noi – continuano i sindacati - gli impegni sono ancora quelli presi in passato con proprietà e istituzioni: la riconversione dello stabilimento Omsa che consenta la ricollocazione del maggior numero dei 239 lavoratori\ci, soluzioni che consentano il ricollocamento di eventuali unità restanti, in altre attività lavorative, nuovo pacchetto di ammortizzatori sociali, che consenta l'adeguata gestione del percorso ora citato, discussi in ambito ministeriale”.

“Il giudizio dovrà essere complessivo, cominciando dall'esito dell'annunciato incontro del 20 gennaio, del quale peraltro non abbiamo alcuna ufficializzazione, che riteniamo indispensabile – aggiungono Cgil e Filctem Cgil  -. I lavoratori e le lavoratrici hanno il diritto e la necessità di essere informati dello stato della vertenza ed è per questo che chiediamo con urgenza il concretizzarsi dell'incontro in sede ministeriale. Nel riconoscere il concreto impegno delle istituzioni per la soluzione di questa dolorosa vertenza, riteniamo, però, controproducente che i lavoratori apprendano dello stato della loro vertenza dalla stampa, come avvenuto in questi giorni, e non dai propri interlocutori naturali e nelle sedi appropriate”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omsa, la Cgil chiede il ritiro delle procedure di mobilità

RavennaToday è in caricamento