L'Oreficeria Donati diventa "Bottega Storica dell’Emilia-Romagna"

L’azienda negli anni ha comunque sempre mantenuto la sua connotazione di impresa di famiglia, tramandando alla terza generazione la tradizione orafa-orologiaia

L'Oreficeria Donati di Faenza entra nell'Albo comunale delle Botteghe e dei Mercati storici del Comune di Faenza. Nel punto vendita di Corso Garibaldi, aperto l'11 febbraio del 1922 da Paolo Donati, c'è il marchio distintivo di “Bottega Storica dell’Emilia-Romagna”. Donati aveva cominciato all’età di 11 anni a lavorare nel negozio dello zio orologiaio come “ragazzo di bottega”, esperienza che lo ha poi portato ad appassionarsi al settore della gioielleria e dell’orologeria aprendo una propria attività nel 1948.  

Sin da allora l’azienda è stata gestita da Donati insieme alla moglie Elsa Albonetti a cui si è successivamente unito il figlio Stefano con la nascita il 26 settembre 1985 dell'Oreficeria Donati di Donato Paoli e c, sempre con la partecipazione della famiglia. La Camera di Commercio di Ravenna, l'11 aprile 1997, ha insignito Paolo Donati del “Premio Fedeltà al lavoro e progresso economico”, con attestazione e medaglia d’oro consegnati personalmente dall’avvocato Pietro Baccarini, all’epoca presidente dell’ente camerale alla presenza dell’allora sindaco di Faenza Enrico De Giovanni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A ottobre del 1999 Paolo Donati e la moglie Elsa sono usciti dalla società per lasciare il timone al figlio Stefano e alla moglie Antonella Sani i quali stanno ancora oggi portando avanti la storia e la tradizione della famiglia ora continuando a gestire con orgoglio e soddisfazione l’attività di vendita di preziosi e di articoli di orologeria e anche l’annesso laboratorio per la riparazione di orologi e gioielli. Negli ultimi anni l’attività ha esteso il proprio raggio di azione anche nel campo del commercio elettronico, vendendo on-line i propri articoli di pregio, grazie alla collaborazione del figlio Francesco, iniziata a maggio 2014. L’azienda negli anni ha comunque sempre mantenuto la sua connotazione di impresa di famiglia, tramandando alla terza generazione la tradizione orafa-orologiaia. La consegna della targa Bottega Storica alla famiglia Donati è stata effettuata nella mattinata di giovedì dal sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi, dal presidente Confcommercio Ascom Faenza Paolo Caroli e dal direttore Francesco Carugati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento