rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Economia

Partecipate e "cura Cottarelli", l'intervento di Spadoni (Udc)

La minuziosa e articolata relazione del commissario straordinario per la revisione della spesa Carlo Cottarelli conferma molte questioni conosciute da un’ampia porzione di cittadini

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

La minuziosa e articolata relazione  del commissario straordinario per la revisione della spesa Carlo Cottarelli conferma molte questioni conosciute da un’ampia  porzione di cittadini. Vale a dire la politica ha messo in piedi un sistema artatamente costruito  per avere sotto controllo buona parte dei settori dell’economia inserendo nei vari consigli di amministrazione persone vicine al sistema di potere e distorcendo le finalità basilari, giacché  prima degli interessi generali,  si sono perseguiti quelli della politica stessa. Con l’aggravante, oltretutto,  che si  arriva addirittura a considerare come elemento marginale se non  trascurabile  il fatto che  il settore pubblico operi in una determinata area di attività nella fornitura di beni e servizi. Così come, per molti anni la chiusura in perdita nei vari esercizi delle società partecipate  è stata affrontata mettendo mano nel portafogli degli enti pubblici, i quali,  tuttavia hanno avuto la possibilità di aggirare in questo modo il patto di stabilità  interno all’ente.    


Se non fossero state create queste società  molte delle quali sono vere scatole vuote utili principalmente per dare posizioni di favore a qualche amministratore o politico di turno, e a tutti gli effetti  non sono  certamente considerabili strategiche per gli enti pubblici, si potrebbe quasi affermare che alcuni scandali  avvenuti soprattutto  nelle Regioni,  si potevano probabilmente  evitare. In altre parole, tale groviglio collegato di partecipazioni dirette, indirette o complesse,  proprio a proposito della loro scarsa chiarezza negli aspetti contabili e gestionali,  consente  di   sfuggire   spesso al controllo degli eletti nelle istituzioni.


Ben venga, dunque, la cura Cottarelli  assimilabili agli antibiotici ad alto spettro, e come tali, ha un raggio d’azione ampio in grado di non tralasciare le gestioni dei nostri territori locali. Al riguardo, l’amministrazione provinciale di Ravenna nel 2009, ha prodotto al proprio interno una ricognizione delle sue partecipate come richiesto dalla legge, classificandole tutte strategiche ad eccezione di una.  Allora, cosa dire  del buco colossale di Stepra, oggi in liquidazione, in cui la Provincia ha continuato per anni a ripianare  le perdite in quella sorta di  pozzo di san Patrizio, o, ancora,  di Start Romagna con ripetuti bilanci deficitari che coinvolgono anche l’ente di piazza dei Caduti costretto a versare – a proposito di groviglio di società – all’ agenzia locale di mobilità Ambra, oltre 120.000,00 euro l’anno, e,  oltretutto, senza nessuna informativa al consiglio provinciale. Tra l’altro, anche la partecipazione  largamente minoritaria appare difficile  da giustificare in termini di rilevanza nel perseguimento di interessi generali, mentre può invece riflettere inerzia di gestione o interessi particolari. E’ il caso, sempre a titolo di esempio, della società di gestione dell’aeroporto di Rimini, Aeradria, di cui la Provincia deteneva (oggi non più) il 7,02%  di partecipazione al capitale sociale.  Su tali questioni non pochi semplici cittadini, si chiedono, ancora,  come si possa giustificare contabilmente il  bilancio passivo 2012 di meno 500.000,00 euro  di “Ravenna farmacie” in capo al Comune di Ravenna e alla sua Holding, peraltro in un settore essenziale e specialistico come quello?  


Insomma, come afferma il Sindaco di Torino Piero Fassino, “…quando Cottarelli dice, mettiamo mano al sistema delle società partecipate sfonda una porta aperta”. Vedremo cosa cambierà da noi.

Gianfranco Spadoni
consigliere provinciale Udc Ravenna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partecipate e "cura Cottarelli", l'intervento di Spadoni (Udc)

RavennaToday è in caricamento