Domenica, 24 Ottobre 2021
Economia

Pasqua negli agriturismi ravennati: boom di prenotazioni

Arriva l’atteso weekend di Pasqua e si rinnova l’appuntamento con il ‘Calendario delle Tradizioni a km zero’ promosso dagli agriturismi ravennati aderenti a Terranostra-Campagna Amica

Arriva l’atteso weekend di Pasqua e si rinnova l’appuntamento con il ‘Calendario delle Tradizioni a km zero’ promosso dagli agriturismi ravennati aderenti a Terranostra-Campagna Amica. Alla luce del trend positivo che nell’ultimo anno sta vivendo la vacanza in campagna, in netta controtendenza rispetto alla crisi che ha colpito il settore turistico-ricettivo, i titolari delle strutture agrituristiche ravennati del ‘circuito Campagna Amica-Coldiretti’ si sono infatti impegnati a valorizzare ulteriormente e al meglio le tradizioni culturali e gastronomiche della nostra terra.

Tradizioni da vivere in agriturismo, offrendo agli ospiti che giungono nel Ravennate, la possibilità di conoscerle ed apprezzarle attraverso il cibo e quindi attraverso la lavorazione 'di una volta' di prodotti locali e di stagione. E l’impegno sembra ripagare gli sforzi degli imprenditori agricoli se è vero che per il lungo weekend pasquale le prenotazioni abbondano. Il 'calendario delle tradizioni', dopo aver promosso da gennaio eventi ad hoc per trascorrere il 2013 riscoprendo le antiche usanze della Romagna e dei romagnoli – come il rito della macellazione del maiale e quello dei ‘Lom a merz’ – da venerdì santo, promuove le antiche tradizioni pasquali.

Ecco allora che nei menù degli agriturismi Terranostra-Campagna Amica non mancheranno i piatti che hanno fatto la storia della Pasqua romagnola e ravennate: dagli ‘ingannapreti’ al ragù di prosciutto nostrano dell’agriturismo Palazzo Boschi di Cassanigo di Cotignola, al ‘carrè di agnello alle erbe officinali’ presentato da Palazzo Baldini di Boncellino di Bagnacavallo e ancora lo storico ‘crescione di verdura dell’Artusi’ proposto dall’agriturismo La Sabbiona di Faenza o le costolette d’agnello in crosta di pistacchio de La Casina di Savio di Ravenna o ancora l'antipasto di 'salame gentile' che da tradizione si affetta solo a Pasqua proposto dall'agriturismo Nasano di Riolo Terme, nonché le chitarrine al ragù di agnello e piselli e la misticanza pancetta e uova di quaglia dell'agriturismo Cà Nova di Casola Valsenio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua negli agriturismi ravennati: boom di prenotazioni

RavennaToday è in caricamento