rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia

"Premio Ambiente & Futuro 2016": ecco i vincitori

“Una edizione dedicata al legame tra tecnologia innovativa e tutela dell'ambiente - evidenzia Natalino Gigante presidente dell'ente camerale – un tema che è al centro delle strategie produttive"

Un computer dalle dimensioni ultra ridotte, che porta ad un consumo energetico dai 3 ai 5 W (un vecchio pc ne consumava oltre 100) e utilizza una quantità minima di materiali plastici, elettrici e di imballo comunque completamente riciclabili. Activa Stick, questo il nome del prodotto, è il progetto per il quale l'azienda Si Computer di Lugo ha ricevuto venerdì mattina il Premio Ambiente & Futuro 2016 per la “Sezione imprese”, promosso dalla Camera di commercio di Ravenna. Ha preceduto la consegna del premio una interessante tavola rotonda nel corso della quale il giornalista del Corriere della sera Umberto Torelli ha illustrato come la tecnologia innovativa, in particolare la connessione degli oggetti ad internet e tra di loro, sarà capace di cambiare la qualità della vita e dell'ambiente, evidenziandone altresì i rischi. 

“Una edizione dedicata al legame tra tecnologia innovativa e tutela dell'ambiente - evidenzia Natalino Gigante presidente dell'ente camerale – un tema che è al centro delle strategie produttive e di marketing delle nostre imprese e lo sarà sempre di più, visto che già oggi le imprese green rappresentano il 42% del totale delle imprese italiane”. Sempre per la sezione dedicata alle imprese, la Camera di Commercio ha consegnato una Menzione di merito ad altre cinque imprese partecipanti alla selezione per i loro progetti orientati alla sensibilità ambientale, allo sviluppo sostenibile e alla ricerca dei vantaggi competitivi del binomio innovazione tecnologica/ecologia.

Sono state premiate le aziende "Domus Nova" di Ravenna per il progetto “La Domus e la Bici” (sviluppo della mobilità sostenibile volta a favorire i dipendenti all'utilizzo della bicicletta per raggiungere il posto di lavoro); "Freedom Co" di Ravenna per il progetto “I nostri amici alberi” (primo censimento arboreo di una scuola primaria sviluppato via internet con il coinvolgimento dei bambini e degli insegnanti); "Jera di Spanti Giuseppe e C di Conselice per il progetto “JECO - Sistema di gestione degli impianti di riscaldamento e rinfrescamento remotizzato” (sistema integrato di gestione delle temperature ambiente con controllo remoto); "Erbacci" di Faenza per il progetto “Green-go Bus” (servizio pubblico di mobilità sostenibile con utilizzo di shuttle-bus elettrici con i parcheggi scambiatori della città); e Hotel Orsa Maggiore di Calderoni Ettore di Cervia per il progetto “Miglioramento e contenimento dei consumi di energia nel rispetto dell'ambiente” (diminuzione dell'utilizzo di energie non rinnovabili attraverso efficientamento energetico dell'edificio e utilizzo del fotovoltaico).

Per la “Sezione Scuole”, con la preziosa collaborazione del Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dell'Università degli Studi di Bologna campus di Ravenna e dell'Ufficio scolastico regionale ambito di Ravenna, è stato premiato per la categoria “articoli” l'elaborato “Il mercato contadino: educhiamoci ad un mondo più pulito, meno km = più ambiente” dell'Istituto Tecnico Agrario Statale (Itas) “L. Perdisa” di Ravenna, mentre una Menzione speciale è andata al pezzo “Il futuribile fantasy o realtà verso un mondo migliore” dell'Istituto Tecnico Economico Statale (Ites) G. Ginanni di Ravenna. Due vincitori ex equo per la categoria “progetti”: “Eco mania” dell'Istituto Tecnico Economico Statale (Ites) G. Ginanni di Ravenna; “Purezza, less plastic it's fantastic!” del Liceo Scientifico “A.Oriani” di Ravenna. Una Menzione speciale ha meritato il progetto “Smart. Phone – non solo danni dal cellulare – Smaltimento, Recupero, Trattamento” della Scuola arti e Mestieri Angelo Pescarini di Ravenna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Premio Ambiente & Futuro 2016": ecco i vincitori

RavennaToday è in caricamento