menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ravenna Holding: 2 milioni di euro in più e dividendi agli azionisti per 8 milioni

Il consiglio di amministrazione di Ravenna Holding Spa ha approvato il progetto di bilancio relativo all'esercizio 2016 che sarà sottoposto alla approvazione dei soci. Il risultato netto dell'esercizio per l'anno 2016 è di oltre 10 milioni di euro

Il Consiglio di Amministrazione di Ravenna Holding Spa ha approvato il progetto di bilancio relativo all’esercizio 2016 che sarà sottoposto alla approvazione dei soci. Il risultato netto dell’esercizio per l’anno 2016 è pari a 10.474.851 euro, e migliora significativamente le previsioni del budget di oltre 2 milioni di euro. Si è rafforzato negli anni il ruolo di Ravenna Holding quale strumento di razionalizzazione degli organismi partecipati in essere nella Provincia di Ravenna e nel bacino romagnolo. L’assetto patrimoniale della Società è caratterizzato al proprio attivo da una significativa dotazione immobiliare. Una parte prevalente è costituita da reti del Servizio Idrico a seguito della fusione per incorporazione di Area Asset Spa, il cui ingente valore patrimoniale è affiancato da una redditività relativa molto contenuta, che si giustifica per la genesi di questi investimenti e il ruolo pubblico specifico delle società patrimoniali, ma costituisce un oggettivo vincolo sugli assetti di bilancio della holding. Il valore delle partecipazioni al 31 dicembre 2016 è pari a 347.542.924 euro. Nel mese di aprile 2017 Ravenna Holding, come previsto nel budget, ha acquisito il restante 40% della partecipazione di Ravenna Entrate Spa di proprietà di Sorit, diventandone così socio unico.

Il modello di governance e l’assetto organizzativo di Ravenna Holding S.p.A. continuano a garantire i vantaggi finanziari, economici, operativi e fiscali di una gestione coordinata delle partecipazioni degli enti soci, e rendono possibile un efficace controllo e monitoraggio dell’andamento di tutte le società partecipate, e il perseguimento di obiettivi strategici condivisi in una logica di area vasta. Il gruppo conferma una situazione positiva, anche in ragione dei significativi e continui interventi di razionalizzazione ed efficientamento intrapresi negli anni. Il percorso ha comportato la progressiva evoluzione dell’assetto del gruppo Ravenna Holding, incrementando le funzioni svolte dalla società capogruppo e riducendo il numero delle società operative, con significative riduzioni dei costi complessivi del sistema, che possono essere quantificate in almeno 600.000 euro su base annua. La presenza strutturata e il ruolo operativo della società Holding, attraverso la quale gli Enti Soci detengono “indirettamente” le partecipazioni nelle società operative, ha portato ad alcuni risultati significativi: agevolato l’adeguamento ai continui interventi normativi e rafforzato la filiera dei controlli e l’attuazione, in tutte le società del gruppo, delle procedure e norme pubblicistiche, con il presidio in particolare delle attività legate al modello organizzativo ex D.Lgs 231/2001, alla trasparenza e alla prevenzione della corruzione; favorito un approccio “di gruppo”, introducendo e sviluppando, tra le altre, misure di rafforzamento del controllo dei rischi, in una logica di forte integrazione con il modello organizzativo esistente; permesso la gestione in maniera accentrata di alcune funzioni essenziali, a cominciare dalla gestione finanziaria. Il Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica (“Madia”), che è in attesa della definitiva conversione in legge, prevede numerosi nuovi adempimenti con scadenze incerte, principalmente a causa dell’iter tormentato di approvazione. Tra gli adempimenti più importanti posti dal Testo Unico, figura la predisposizione di un ulteriore piano di razionalizzazione delle partecipazioni societarie detenute dalle pubbliche amministrazioni. La società Holding è impegnata a fornire supporto tecnico agli Enti per tali adempimenti particolarmente complessi, rispetto ai quali le azioni di razionalizzazione già attuate costituiscono un buon presupposto per soluzioni efficaci, in grado di rispettare le norme più stringenti e salvaguardare al contempo un importante patrimonio pubblico.

Continua a leggere ===> Il bilancio 2016 di Ravenna Holding spa

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento