Reti d'impresa della Bassa Romagna: "Un esempio per la Regione"

Il convegno è stato aperto e moderato da Luca Piovaccari, presidente e sindaco referente per le Attività economiche dell’Ucbr, mentre le conclusioni sono state affidate ad Andrea Corsini, assessore regionale al Commercio e Turismo

Si è tenuto giovedì a Bagnacavallo a Palazzo Vecchio il convegno pubblico dal titolo “Collaborare per competere”, organizzato dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. L’incontro ha avuto come fulcro le prospettive delle reti d’impresa della Bassa Romagna a un anno e mezzo dalla loro costituzione. Il primo intervento è stato affidato a Marco Leoni, referente dei Centri di assistenza tecnica regionali di Ascom, che ha presentato l'indagine sulle abitudini d’acquisto in Bassa Romagna.

Sono seguite due relazioni sulle esperienze di rete d’impresa, con le testimonianze di Franco Bernardi, presidente del Consorzio AnimaLugo, e Laura Bianchi, presidente dell'associazione InMassa di Massa Lombarda. Infine è stato dato spazio agli interventi dei rappresentanti delle associazioni di categoria Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti. L’esperienza delle reti d’impresa nella Bassa Romagna ha consentito il coinvolgimento di oltre 400 operatori commerciali dell’area che hanno dato vita a numerosi eventi e iniziative di promozione dei diversi territori coinvolti.

Le sei reti d’impresa costituite, oltre al Consorzio AnimaLugo già presente da anni sul territorio, costituiscono un punto di partenza per il rilancio del commercio di vicinato dei centri urbani della Bassa Romagna. Le Reti di impresa della Bassa Romagna si sono costituite ad Alfonsine (Alfonsiné), Bagnacavallo (Bagnacavallo fa centro), Conselice (Vivi Conselice), Cotignola (Cotignola Invita), Fusignano (Fusignano è più), Lugo (AnimaLugo, capofila) e Massa Lombarda (In Massa). Il convegno è stato aperto e moderato da Luca Piovaccari, presidente e sindaco referente per le Attività economiche dell’Ucbr, mentre le conclusioni sono state affidate ad Andrea Corsini, assessore regionale al Commercio e Turismo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra i dettagli emersi nel corso della serata, da sottolineare che l’esperienza delle reti d’impresa della Bassa Romagna è stata valutata anche per la redazione della nuova legge regionale sul turismo. Prima in Italia, l’Emilia-Romagna prevede infatti, per i prossimi bandi legati alla promozione turistica e dei centri commerciali naturali, la possibilità di accedere anche per le reti di impresa che si sono costituite come soggetto giuridico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento