rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Economia Lugo

Romagna Acque incontra gli amministratori della Bassa Romagna per discutere di lavori e strategie future

Fra i principali temi trattati, la proroga della concessione all’ingrosso alla società romagnola

Una serie di incontri territoriali - zona per zona della Romagna - per illustrare agli stakeholder territoriali le principali attività in atto: sia per quanto riguarda i lavori infrastrutturali in corso d’opera, sia per quanto riguarda le prospettive strategiche future. E’ quanto sta organizzando Romagna Acque in queste settimane, cercando di toccare i diversi territori delle tre provincie romagnole in un arco di tempo abbastanza omogeneo, per offrire informazioni utili a tutti i Comuni soci.

Nella mattinata di giovedì, i vertici della Società – il presidente Tonino Bernabè e il direttore generale Gian Nicola Scarcella – sono stati ospiti dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, alla presenza di tutti i sindaci, a partire dalla presidente, Eleonora Proni (sindaca di Bagnacavallo). 

Fra i principali temi trattati, la proroga della concessione all’ingrosso a Romagna Acque (originariamente in scadenza il 31/12/2023 e ora prorogata al 2027); l’aggiornamento del progetto di acquisizione del ramo idrico delle Società Patrimoniali Romagnole; il progetto della terza direttrice della Romagna, ovvero il collegamento fra i potabilizzatore della Standiana a sud di Ravenna e le vasche di carico di Monte Casale, con il conseguente sviluppo del potenziamento costiero Forlimpopoli – Casone – Torre Pedrera.

Altro tema significativo e strategico, gli studi di Romagna Acque (in collaborazione con il DICAM dell’UNIBO), a garanzia della continuità di approvvigionamento del servizio idrico in Romagna e del suo potenziamento nelle valli appenniniche Marzeno, Montone, Rabbi, Bidente, Savio. Infine, l’incontro è stato anche l’occasione per presentare la nuova società di progettazione “Acqua Ingegneria”: proprio per questo era presente all’incontro anche Tiziano Mazzoni, presidente della nuova società (partecipata anche da Romagna Acque), che ha lo scopo di operare a servizio dei soci pubblici, per lo sviluppo di attività progettuali e di natura tecnica, principalmente nei settori idrico e portuale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romagna Acque incontra gli amministratori della Bassa Romagna per discutere di lavori e strategie future

RavennaToday è in caricamento