menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Saldi invernali, Confesercenti: "Grandi aspettative sul giro d'affari"

Il direttore di Confesercenti Lugo, Giancarlo Melandi: "Quest’anno gli sconti di partenza saranno più alti della media e l’assortimento molto ampio"

Al via la stagione dei saldi invernali per abbigliamento e calzature. Da sabato 5 gennaio 2019 gli sconti scattano nella nostra provincia e continueranno per 60 giorni. I saldi si confermano ancora una volta un formidabile momento di promozione commerciale in grado di aiutare le imprese del nostro territorio a sostenere i propri fatturati.  Vetrine colorate, riportanti le percentuali di sconto applicate, compariranno anche nei nostri Comuni come sorta di richiamo per approfittare dell’inizio di questi saldi invernali. "Quest’anno gli sconti di partenza saranno più alti della media e l’assortimento molto ampio - commenta il direttore di Confesercenti Lugo, Giancarlo Melandi. - Per i consumatori sarà meglio del Black Friday, con un periodo di sconti più lungo con tutti i vantaggi che riserva il negozio di fiducia. La serietà e l’impegno delle nostre imprese consentiranno ai consumatori di realizzare affari veri, acquistando prodotti di valore a prezzi decisamente interessanti con un servizio altamente professionale nella bottega di fiducia. Nello stesso tempo i commercianti  potranno recuperare quanto lasciato per strada negli ultimi  mesi dell’anno".

"Secondo le nostre stime - prosegue il dirigente - un italiano su due approfitterà per fare almeno un acquisto, valutando di investire almeno 120 euro a persona per una cifra media di oltre 200 euro ogni famiglia. Si cercheranno, in particolare, calzature: un nuovo paio di scarpe è l’acquisto in saldo più desiderato dagli italiani, indicato dal 28%. Seguono i prodotti di maglieria, preferenza per il 22% di chi partecipa ai saldi, ed i pantaloni (14%). Alto l’interesse anche per i prodotti tessili e moda per la casa (9%) e per i capispalla, come giubbotti e giacconi, ricercati dal 7% dei consumatori. Dopo una stagione autunnale non proprio esaltante dal punto di vista dei consumi (abbigliamento, calzature, pelletteria, accessori ed articoli sportivi), c'è grande attesa per questi saldi -  che rappresentano un banco di prova sia per i nostri commercianti sia per i consumatori al fine  testare la propensione alla spesa e il andamento dei consumi.  I saldi continuano a essere appetibili per i consumatori nonostante un contesto di concorrenza globale, o meglio di 'dittatura digitale', capace di condizionare tutto, dalla filiera produttiva al modo di acquistare e relazionarsi. Troppa confusione  ancora esiste sulla questione dei saldi. le persone vengono invitate attraverso sms, on line o con cartelli, a prenotare  ed acquistare merce con sconti ancora prima dell’inizio della campagna vera e propria. Inoltre i saldi invernali fatti partire  praticamente quando ancora l’inverno deve iniziare  e non sono terminate le festività natalizie, quando gran parte della disponibilità finanziaria delle famiglie è stata già utilizzata, sicuramente non aiuta. Sarà nostra cura monitorare, attraverso il contatto con i nostri associati, il trend dopo questo week- end di avvio e anche successivamente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento