menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Settore del trasporto in crisi: le proposte di Cna per sostenere le imprese

Da una ricognizione presso le imprese associate a Cna nei mesi di marzo, aprile e maggio emerge che il calo di fatturato aggregato per le imprese che si occupano di Trasporto Pubblico Locale è pari al 70%

La gravità della situazione del comparto Trasporto Persone, a parere di Andrea Zaganelli, Vice Presidente di Cna Fita Ravenna, "è evidente e richiede urgenti misure di sostegno per salvaguardare la sopravvivenza degli imprenditori che si occupano di noleggio con conducente (NCC) auto o bus e taxi".

Da una ricognizione presso le imprese associate a Cna nei mesi di marzo, aprile e maggio emerge che il calo di fatturato aggregato per le imprese che si occupano di Trasporto Pubblico Locale è pari al 70% e il trasporto scolastico è azzerato. Nel servizio di noleggio autobus si arriva a -73% e si segnala un calo dei ricavi del 90% per i singoli operatori Taxi e NCC Auto.

Cna Fita ha inviato al Governo e alla Regione alcune proposte a sostegno di imprese e lavoratori. Le misure proposte chiedono di rendere figurativi i contributi Inps e Inail 2020 dovuti dai titolari e dai soci delle imprese, estendere la proroga della sospensione dei versamenti tributari sino a fine 2020 con l’avvio dei versamenti in 12 rate da gennaio 2021, prorogare al 31 dicembre 2020 tutte le aperture di credito e di anticipo su crediti, nonché dei prestiti rateali e sospensione delle rate di mutui e leasing, istituire il contributo a fondo perduto anche per il mese di maggio, estendere le disposizioni in materia di ammortizzatori sociali e riconoscere i costi sostenuti per i mesi da marzo a giugno dai servizi di trasporto scolastico.

La proposta di Cna Fita  per la ripartenza del comparto e per garantire la sopravvivenza delle imprese e la tutela dei lavoratori prevede di promuovere forme di maggior integrazione fra trasporto pubblico locale di linea, utilizzando auto e autobus a noleggio con conducente, favorendo così progetti di integrazione in aree a domanda debole. "Occorre, inoltre, promuovere forme di incentivazione all’utilizzo di autobus turistici, minibus turistici, taxi e NCC auto per raggiungere luoghi di vacanza e divertimento. Proposto, infine, un credito di imposta per le aziende che sottoscrivano accordi quadro per il tragitto casa-lavoro dei dipendenti o per le persone con difficoltà motoria".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Torna l'iniziativa "Parliamo della mia salute": gli incontri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento