rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Economia Faenza

Tecnologie ad ozono al corso gratuito Tergeo organizzato dall'Unione Italiana Vini e Tebaldi

E' previsto l’intervento di Marco Tebaldi che illustrerà il progetto Freewine e continuerà con un approfondimento sulle tendenze del mercato attuale per proiettare le imprese in nuovi scenari competitivi

Si svolgerà giovedì, alla cooperativa agricola Caviro di Faenza, un corso formativo tecnico e gratuito dal titolo: “Vini ad alta concentrazione di salubrità: l'esperienza Freewine”, organizzato nell'ambito del progetto Tergeo di Unione Italiana Vini, in collaborazione con Tebaldi srl, e nato con l'obiettivo di promuovere e incrementare la sostenibilità nella filiera vitivinicola. Scopo dell’incontro sarà quello di trasmettere agli ospiti conoscenza tecnica, teorica e pratica sulle tecniche di vinificazione e relative best practices a partire dall'esperienza sviluppata con il protocollo Freewine, che permette la completa eliminazione dell’uso di anidride solforosa e di altri additivi considerati allergeni.

Dopo i saluti introduttivi di Giordano Zinzani di Caviro e di Sandro Cavicchioli di Unione Italiana Vini, Giovanni Rizzotti di Unione Italiana Vini, introdurrà il progetto Tergeo sulla raccolta, qualificazione e divulgazione di soluzioni innovative, tecnologiche e gestionali, per migliorare la sostenibilità delle imprese vinicole. Seguirà poi l’intervento di Marco Tebaldi che illustrerà il progetto Freewine e continuerà con un approfondimento sulle tendenze del mercato attuale per proiettare le imprese in nuovi scenari competitivi. Cristian Carboni, in rappresentanza di De Nora Next, business unit di Industrie De Nora, che fornisce sistemi e prodotti altamente innovativi, a basso impatto ambientale, disponibili on site e on demand, è stato invitato a partecipare alla riunione in qualità di ricercatore e relatore esperto in materia di soluzioni per una maggiore sostenibilità economico-ambientale dell’ igiene in cantina con ozono.

L’intervento evidenzierà come il trattamento con ozono, la cui produzione ricordiamo avviene on demand, risulta maggiormente efficace e consente una più elevata sostenibilità economico-ambientale in quanto non lascia residui, i valori delle acque reflue sono migliori e i consumi sono ridotti, a vantaggio della salubrità. A seguire l’esplorazione delle tecniche di vinificazione adottate per ottenere vini a basso contenuto di solforosa con metodologie e suggerimenti (Nir Levav – Tebaldi di Verona). Una sessione sarà poi dedicata agli aspetti di controllo microbiologico (Fabio Fracchetti – Università di Verona dip. Biotecnologia) e  allo studio degli effetti degli antiossidanti sul vino e sulla salute (Vincenzo Longo – CNR di Pisa Ibba).

Grazie a Tergeo di Unione Italiana Vini – commenta Marco Tebaldi, titolare dell’omonima azienda di Verona - abbiamo avuto modo di trasmettere alle aziende associate le nostre esperienze e concreti strumenti d’uso che permettono di ottenere ottimi livelli di qualità di prodotto e buona redditività di impresa, mission della nostra azienda. Ed è proprio nell’ottica di offrire soluzioni enologiche che abbiamo sviluppato il protocollo Freewine, che offre vantaggi di sostenibilità sul prodotto vino e il progetto “Ozono”. Al termine del seminario, verrà offerto un rinfresco con degustazione di vini Freewine® La partecipazione al corso è gratuita, ma è indispensabile la pre-registrazione entro lunedì all’indirizzo: https://goo.gl/esz62p

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tecnologie ad ozono al corso gratuito Tergeo organizzato dall'Unione Italiana Vini e Tebaldi

RavennaToday è in caricamento