rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Economia Faenza

Un negozio di ceramiche: ecco il Temporary Shop di Natale

Dal 4 al 31 dicembre, all’interno dello spazio in Piazza del Popolo 15/16, saranno oltre venti i ceramisti presenti nel negozio temporaneo, a rappresentare collettivamente una identità ceramica faentina che prescinde quella dei singoli artigiani, artisti e botteghe

Con l’obiettivo di costruire inziative concrete per la promozione e la valorizzazione della produzione ceramica faentina, Ente Ceramica Faenza organizza Aspettando Argillà – Temporary Shop di Natale, una mostra e vendita “temporanea” di ceramica in occasione del Natale. Dal 4 al 31 dicembre, all’interno dello spazio in Piazza del Popolo 15/16, saranno oltre venti i ceramisti presenti nel negozio temporaneo, a rappresentare collettivamente una identità ceramica faentina che prescinde quella dei singoli artigiani, artisti e botteghe: anche questo progetto, accanto all’importante momento commerciale, vuole sottolineare proprio l'aspetto della “squadra”, dell'identità plurale dei ceramisti faentini che si presentano insieme, con la loro produzione nel cuore della città.

Ceramica artistica e artigianale di qualità, tra tradizione e contemporaneità, con tante idee per un regalo o un pensiero creativo, unico, fatto a mano a Faenza da (in ordine alfabetico): Serena Balbo, Fosca Boggi, Fos Ceramiche, Ceramica Gatti, Gino Geminiani, Elvira Keller, Carla Lega Ceramiche d'Arte, Maestri Maiolicari Faentini, Antonietta Mazzotti, Ceramica Monti di Vittoria Monti, Mabilab di Ivana Anconelli, Manifatture Sottosasso di Lorella Morgantini e Marco Malavolti, Mirta Morigi Ceramica Contemporanea, Ceramiche Monica Ortelli, Fiorenza Pancino, Ceramiche Ifigenia Papadopulo, PICO Faenza, Andrea Pippi Simoni, Liliana Ricciardelli, Sculture in Ceramica di Susanna Vassura, Studiocasalaboratorio di Maurizio Russo, La Vecchia Faenza. L'allestimento di Aspettando Argillà sarà a cura dell'architetto Paolo Rava.

Il progetto nasce da una idea iniziale di Renzo Bertaccini, che sarà presente nello spazio con una selezione di libri locali e di Romagna, libri d'arte e di ceramica a cura di Bottega Bertaccini - Libri e Arte in Faenza. Importante sarà anche la presenza del progetto Viso Invaso, già presentato lo scorso settembre all’interno della Bottega di Gino Geminiani: una mostra di ciotole d'autore e vendita di beneficenza, in favore della Pediatria di Faenza. Partner del progetto è la Riunione Cattolica Torricelli, associazone con cui Ente Ceramica Faenza ha condiviso in questi anni eventi e iniziative, in una logica di rete, e che il 17 ottobre scorso ha organizzato l’asta di opere d’arte che ha contribuito a finanziare le attività dell’Ente stesso, e in modo particolare proprio Aspettando Argillà.

Aspettando Argillà rappresenta anche una importante occasione di valorizzazione di uno spazio altrimenti vuoto in Piazza del Popolo a Faenza (un ambiente particolarmente affascinante, progettato dall’architetto Filippo Monti), portando un contributo all’animazione e alla rivitalizzazione del centro storico in questo periodo di festività natalizie. Durante gli orari di apertura, inoltre, sarà organizzato un ricco calendario di appuntamenti, eventi, presentazioni, incontri, interventi musicali, di cui verranno comunicati a breve i dettagli. Il richiamo ad Argillà vuole costruire un ideale sentiero di avvicinamento alla prossima edizione di Argillà Italia, festival internazionale della ceramica, rappresentando una sorta di prima tappa verso la quinta edizione (2-3-4 settembre).
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un negozio di ceramiche: ecco il Temporary Shop di Natale

RavennaToday è in caricamento