rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Economia

"Tra Art Bonus e Dante2021": come diventare "mecenati" della cultura

Chi effettua erogazioni liberali in denaro per il sostegno della cultura, come previsto dalla legge, può infatti godere di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta

Si svolgerà martedì 16 alle 15,30, nella sala Bini di Confcommercio Ravenna in via Oriani il convegno dal titolo “Tra Art Bonus e Dante2021 - Cibo per la cultura”. Dopo i saluti introduttivi di Mauro Mambelli, Presidente Confcommercio Ravenna, si confronteranno sui due temi Michele de Pascale, Sindaco di Ravenna, Massimo Mezzetti, Assessore alla cultura della Regione Emilia-Romagna, Domenico De Martino, Direttore artistico di Dante2021 - Università di Udine, Ernesto Giuseppe Alfieri, Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e Patrizia Passanti, Responsabile Cultura Confcommercio Ravenna.

L’Art Bonus è lo strumento attraverso il quale si può diventare mecenate a favore del patrimonio culturale. E’ stato infatti introdotto un credito d'imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo: chi effettua erogazioni liberali in denaro per il sostegno della cultura, come previsto dalla legge, può infatti godere di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta. Le erogazioni liberali effettuate in denaro che danno diritto al credito di imposta, devono riguardare i seguenti interventi: manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici; sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica (es. musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, delle fondazioni lirico-sinfoniche e dei teatri di tradizione; realizzazione di nuove strutture, restauro e potenziamento di quelle esistenti, di enti o istituzioni pubbliche che, senza scopo di lucro, svolgono esclusivamente attività nello spettacolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tra Art Bonus e Dante2021": come diventare "mecenati" della cultura

RavennaToday è in caricamento