Economia

Transizione ecologica ed energetica, Michieletti (Ugl Chimici): "Fase delicata per il distretto di Ravenna"

Michieletti auspica che la preparazione del Piano avvenga “con il sostegno del mondo scientifico, senza preclusioni, integrando ambiente, economia e sociale"

Lunedì 29 marzo si terrà un incontro alla Camera di Commercio di Ravenna dedicato al Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree Idonee, un vertice convocato dal commissario straordinario della Camera di commercio Giorgio Guberti, aperto a istituzioni, associazioni di categoria e sindacati, con la partecipazione del sindaco di Ravenna Michele De Pascale.

Il segretario UGL Chimici della Provincia di Ravenna Luca Michieletti, interviene per porre l’attenzione sull’importante fase di queste scelte strategiche del Paese sul piano ecologico ed energetico: “A febbraio ha preso il via l’iter per l’emissione del Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree Idonee che si dovrà completare entro il 30 settembre di quest’anno, un percorso che determinerà il futuro del settore della produzione degli idrocarburi, interessando anche il distretto ravennate”.

Michieletti auspica che la preparazione del Piano avvenga “con il sostegno del mondo scientifico, senza preclusioni, integrando ambiente, economia e sociale, con l’apporto dei rappresentanti dei lavoratori, e possa essere lo strumento utile a dare la giusta compartecipazione alla transizione ecologica ed energetica del nostro Paese”, dicendosi convinto che l’obiettivo fissato dal Parlamento Europeo del raggiungimento della neutralità carbonica al 2050, per combattere il mutamento climatico, con la riduzione delle emissioni di CO2, vada raggiunto senza sprechi.

“Bisognerà evitare l’esclusione delle risorse utili, quelle materiali ed umane, con l’impegno dei lavoratori, con la loro conoscenza e professionalità, riconvertendo le strutture esistenti, smantellando gli impianti obsoleti, bonificando le aree inquinate e ripristinandole, diversificando le fonti energetiche, contenendo i consumi, sviluppando sistemi per la cattura e riutilizzo della CO2, rafforzando l’economia circolare, avviando la riforestazione, evitando costose inversioni”: afferma il segretario Ugl Chimici della Provincia di Ravenna.

Michieletti, inoltre, evidenzia che la pandemia da Covid-19 con i gravi effetti sanitari, sociali e ed economici conseguenti, ha mostrato l’importanza del tema dell’autonoma produttiva nazionale. Queste modalità sono già indicate nella lettera inviata il 23 marzo scorso dal nostro Segretario Nazionale UGL Chimici Luigi Ulgiati al Ministro della Transizione Ecologica, Professore Roberto Cingolani. Michieletti asserisce che “Ravenna, ha i requisiti e le condizioni, per essere protagonista nella complessa fase della citata transizione, attraverso le necessarie iniziative imprenditoriali, opportunamente sostenute dalle istituzioni locali, dalle rappresentanze dei lavoratori e dalla comunità. Alcune di queste proposte sono già in programma come la costruzione dei parchi eolici e fotovoltaici in offshore, il riutilizzo delle strutture offshore anche per l’impiego nel sistema di cattura riutilizzo delle CO2, la generazione della energia elettrica decarbonizzata, la produzione di idrogeno. Questi piani possono convivere con la produzione di gas naturale. Ciò permetterà a Ravenna, di averne dei benefici sociali ed economici, e con il complementare miglioramento degli aspetti sanitari, ambientali, della sicurezza e della sostenibilità, potrà mantenere l’importante ruolo storicamente assegnatole nei settori dell’energia e della chimica. E con queste riflessioni e questo spirito costruttivo parteciperemo a tutti gli incontri organizzati dalle istituzioni, a partire da quello fissato in agenda lunedì in Camera di Commercio”, conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Transizione ecologica ed energetica, Michieletti (Ugl Chimici): "Fase delicata per il distretto di Ravenna"

RavennaToday è in caricamento