Domenica, 26 Settembre 2021
Economia

"Trasporti, manutenzione e promozione". Le linee guida di Federalberghi e Asshotel per il rilancio del turismo

Per le associazioni di categorie sarà importante migliorare i collegamenti con gli aeroporti vicini a Ravenna, ma anche gli interventi pubblici contro il degrado della città e dei lidi

A seguito di una serie di incontri con le categorie e di uno specifico focus richiesto al Sindaco de Pascale e all’Assessore al turismo Costantini su quali priorità dare per supportare la ripresa del comparto alberghiero, i Presidenti di Federalberghi Ravenna Raffaele Calisesi e di Assohotel Filippo Donati hanno individuato una serie di proposte su come utilizzare i proventi dell’imposta di soggiorno.

Tra le proposte individuate dalle due associazioni di categoria hanno un ruolo importante trasporti e collegamenti. Viene proposto infatti un supporto economico per navetta da aeroporto Forlì a Ravenna, la valutazione di nuove modalità di collegamento con l'aeroporto di Bologna in seguito alla messa in opera del people mover e il potenziamento dei collegamenti ferroviari. Le associazioni chiedono anche di sviluppare iniziative in tutte le destinazioni dell’aeroporto di Forlì con operatori turistici e giornalisti per promuovere il brand “Ravenna e le sue spiagge” e di avviare analoghe iniziative anche con gli aeroporti di Rimini e Bologna. In parallelo si chiede una forte campagna promozionale per il nostro territorio con il "completamento del progetto di installazione di segnaletica di promozione turistica e della destinazione “Ravenna e le sue spiagge” sulle direttrici di accesso al territorio quali autostrade e principali vie di accesso".

Federalberghi e Asshotel puntano il dito anche sul rafforzamento dei "periodi di bassa stagione per la città d’arte (novembre – febbraio) e dei lidi (maggio e settembre) con idonee iniziative ed eventi in ambito culturale, sportivo e turistico nonché attuare un’idonea campagna promozionale (anche a mezzo stampa e Tv) non appena la situazione epidemiologica garantirà la mobilità tra regioni. Sarebbe utile individuare una apposita metodologia che favorisca l’apporto di iniziative in tal senso anche proposte da privati".

Oltre a questo viene chiesto all'amministrazione comunale di porre "particolare attenzione al decoro urbano sotto il profilo della gestione delle aree verdi e della raccolta rifiuti e uniformare i presidi per la raccolta rifiuti - affermano Federalberghi e Asshotel che aggiungono il bisogno di - effettuare annualmente interventi di manutenzione dell’arredo pubblico, dei marciapiedi, delle piste ciclabili nella città e nei lidi con particolare attenzione alla sostituzione dei materiali deteriorati, ammalorati e obsoleti. Per i lidi occorre un piano straordinario per la messa in sicurezza delle strade rovinate e rese pericolose per il transito di mezzi e pedoni dalle radici dei pini in particolare a Marina di Ravenna, Marina Romea, Punta Marina, Lido di Classe e Lido Adriano".

Interventi urgenti per i lidi

Federalberghi e Asshotel segnalano anche una serie di interventi urgenti per i lidi ravennati. Per Lido di Savio: "il ripristino di marciapiede, pista ciclabile e sede stradale degradata in Viale Romagna; e la messa in sicurezza di strade e marciapiedi danneggiati dalle radici dei pini che provocano inciampi pericolosi, buche nella sede stradale e nella pista ciclabile così come su alcuni incroci stradali".

Per Marina Romea il "Problema principale è il degrado delle strade e dei marciapiedi, quando realizzati, dalle radici degli alberi. Oltre a ciò si chiede: maggior presenza di bidoni nella zona della valle e conseguente controllo e smaltimento dei rifiuti. Ogni volta i pochi cestini presenti sono sempre pieni stracolmi e la gente finisce per abbandonare i rifiuti per terra. Manutenzione più costante della valle. Mettere in sicurezza il parco per bambini in viale Italia con il posizionamento dei cancelli a protezione delle uscite di questi sulla strada. Risolvere l’inadeguatezza dei collegamenti con Ravenna in bassa stagione e nei giorni festivi".

Per Lido Adriano: "nell'ambito dell'intervento di riqualificazione di fondo del marciapiede e illuminazione di Viale Virgilio, procedere con la sistemazione (manutenzione o sostituzione) di aree raccolta rifiuti e panchine posizionate lungo il viale".

Per Lido di Classe: "sistemare degrado delle strade e dei marciapiedi dalle radici degli alberi. Sistemare e curare la pineta all'interno del centro della località, comprese le aree verdi attrezzate, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza dei giochi installati. A tal proposito prevedere la possibilità di inserire giochi nuovi, di curare meglio il verde circostante e gli avvallamenti e le buche del fondo delle aree".

Per Marina di Ravenna: "Risolvere il degrado delle strade e dei marciapiedi dalle radici degli alberi. Evitare che i posti auto sul viale lungomare e in adiacenza alla diga foranea diventino delle vere e proprie aree di sosta camper abusive. Per questo motivo si chiede l’installazione di appositi divieti di sosta per i camper, consentendo in piazza del Marchesato la sosta dei camperisti che non si vogliono rivolgere ai campeggi della località".

Per Punta Marina Terme: "Risolvere il degrado delle strade e dei marciapiedi, quando realizzati, dalle radici degli alberi. Individuare e predisporre parcheggi in previsione dell'ammanco di posti auto derivante dai lavori del Parco Marittimo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Trasporti, manutenzione e promozione". Le linee guida di Federalberghi e Asshotel per il rilancio del turismo

RavennaToday è in caricamento