rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Economia

Tre coordinatrici provinciali per Legacoop Romagna: tra loro anche una ravennate

L’organigramma di Legacoop Romagna presenta sul territorio tre coordinatrici provinciali, ruolo di presidio e relazione con gli stakeholder e soprattutto con gli enti locali, strategico per l’associazione

Dopo l’assemblea annuale si consolida l’assetto organizzativo di Legacoop Romagna. L’organigramma di Legacoop Romagna presenta sul territorio tre coordinatrici provinciali, ruolo di presidio e relazione con gli stakeholder e soprattutto con gli enti locali, strategico per l’associazione: sono Federica Protti (Rimini), Elena Zannoni (Ravenna) e Simona Benedetti (Forlì-Cesena). Quasi coetanee, provengono da esperienze diverse tra loro in azienda, nella cooperazione o negli enti locali.

"Il tema del riequilibrio della rappresentanza nelle imprese cooperative e nell’Associazione Legacoop — dice il presidente di Legacoop Romagna, Mario Mazzotti — è parte integrante di quel percorso di rafforzamento e rinnovamento della Governance cooperativa di cui abbiamo, tutti, particolarmente bisogno e che stiamo, non senza fatica, perseguendo. La cultura della differenza di genere, del linguaggio di genere, della costruzione concreta di pari opportunità, del resto, è uno dei tratti identitari del nostro movimento".

Legacoop Romagna si è posta già da anni come apripista sulle questioni di genere sia per il linguaggio, con un apposito manuale presentato a ottobre, sia per la conciliazione fra tempi di vita e tempi di lavoro. "Il fatto di trovarci oggi con tre coordinatrici territoriali donne nelle tre province romagnole non avviene dunque a caso, ma è il riconoscimento del lavoro e della professionalità di tre valide compagne, e di un ambiente che ha consentito loro la crescita e formazione", conclude Mazzotti.

Elena Zannoni, 47 anni, dopo alcune esperienze lavorative in agenzie di comunicazione è stata per diversi anni amministratrice locale a Lugo per poi approdare in Legacoop nel 2007, occupandosi prima di cooperative sociali, poi di produzione e lavoro e infine ha assunto il coordinamento provinciale di Ravenna, oltre alla delega all’organizzazione e agli affari generali. Ha ricoperto negli anni in Legacoop anche diversi ruoli in consigli di amministrazione di cooperative e organismi locali, tra cui, ad oggi, è consigliere di indirizzo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e vicepresidente del Comitato Imprenditoria Femminile.

Federica Protti, 47 anni, laureata in Sociologia a Urbino, ha poi conseguito l’Emba Coop presso la Bologna Business School dell’Alma mater. È statacoordinatrice regionale di Generazioni Legacoop Emilia-Romagna, presidente della Zona Soci di Rimini di Coop Alleanza 3.0, è vicepresidente della fondazione Ivano Barberini. Attualmente coordina la commissione pari opportunità di Legacoop regionale, è coordinatrice territoriale di Rimini per Legacoop Romagna ed è vicepresidente della Coop 134, nella quale ricopre il ruolo di direzione affari generali.

Simona Benedetti, 52 anni, è nata e vive a Cesena. Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza a Bologna. Ha condotto ricerche e studi sulla storia del movimento cooperativo locale, avviando così un percorso professionale che alla fine degli anni Novanta l’ha portata ad assumere il ruolo di funzionario sindacale nell’allora Legacoop Forlì-Cesena, nei settori delle cooperative sociali, culturali e di servizi. A seguire, ha assunto il ruolo di coordinatore territoriale della Confesercenti di Cesenatico. Dal 2009 al 2019 è stata assessore ai Servizi sociali, Sanità, Scuola e Quartieri del Comune di Cesena. A conclusione dell’esperienza amministrativa è rientrata in Legacoop, seguendo le cooperative del settore Produzione e Servizi e poi le cooperative sociali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre coordinatrici provinciali per Legacoop Romagna: tra loro anche una ravennate

RavennaToday è in caricamento