Trivelle, il sindaco De Pascale: "Le nostre aspettative sulle spalle di Giorgetti"

Il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale, durante il suo intervento all'Omc che ha aperto mercoledì i battenti in citta', pur parlando in inglese, decide di chiudere con un appello in italiano al sottosegretario leghista

"Ringrazio per la presenza il sottosegretario Giancarlo Giorgetti. Sa che sulle sue spalle ci sono molte aspettative. Gli daremo tutto il supporto tecnico e scientifico per una strada diversa". Ma deve sapere che "in Romagna apprezziamo di piu' chi si corregge piuttosto che chi non sbaglia mai". Il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale, durante il suo intervento all'Omc che ha aperto mercoledì i battenti in citta', pur parlando in inglese, decide di chiudere con un appello in italiano al sottosegretario leghista. Il quale e' stato appena accompagnato tra gli stand assieme, tra gli altri, all'ex parlamentare del Carroccio Gianluca Pini e alla capogruppo in Consiglio comunale, Samatha Gardin.

"La citta'- afferma il primo cittadino- ha una tradizione di mare e un rapporto con la portualita' con radici profonde. Anche nella sua storia recente Ravenna ha creato attorno al mare una parte significativa della propria identita' e della propria economia". Il suo porto "si configura come uno dei piu' importanti scali industriali dell'Adriatico. Nell'ambito della rete trans europea dei trasporti, e' toccato da due dei nove corridoi totali Mediterraneo e Baltico-Adriatico e rientra nella ristretta lista degli 83 'core ports' europei".

Il Candiano, aggiunge, "nei rapporti con la Cina, l'Asia e il Medio Oriente e nella nuova Via della seta, anche grazie all'approfondimento dei fondali, e' pronto ad assumere una centralita' strategica e la citta' ha tutte le caratteristiche per giocare un ruolo da assoluta protagonista nelle relazioni commerciali, industriali e culturali fra Unione europea ed Estremo Oriente". Due le "grandi vocazioni industriali della citta'": la chimica e l'estrazione di gas naturale, l'offshore e le attivita' marittime. E "uno dei nostri compiti di amministratori e' quello di saper dare risposte per fare in modo che l'investimento si realizzi sul territorio, poiche' spesso questo significa mantenimento o nascita di posti di lavoro", ragiona il sindaco.

Tra gli investimenti quello per l'impianto di stoccaggio di Gnl, per il quale anche il sottosegretario Giorgetti, nel suo successivo intervento, esprime "grande soddisfazione". De Pascale mette anche in luce la grande preoccupazione "perche' l'Italia e' passata oggi da non avere una strategia energetica ad avere una strategia energetica sbagliata. Il nostro Paese deve scegliere tra i criteri scientifici e la demagogia". Da qui "l'appello a Governo e Parlamento italiano affinche' venga subito abbandonata la strada che si e' intrapresa con il Ddl semplificazioni approvato lo scorso gennaio e affinche' si rimetta mano a tutta la normativa che riguarda le attivita' estrattive, collegando le autorizzazioni esclusivamente ad elementi di valutazione di carattere scientifico e ambientale". In modo da, conclude, "tutelare il lavoro e l'occupazione". (fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

Torna su
RavennaToday è in caricamento