menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo e lavori stagionali, il sindaco scrive al ministro Catalfo: "Considerare anche i parchi di divertimento"

In particolare ha messo in evidenza la necessità "di inserire i codici Ateco parchi di divertimento e parchi tematici ed altri codici relativi a tutte le attività svolte nei parchi di divertimento e tematici"

Il sindaco di Ravenna, Michele de Pascale, ha inviato una lettera alla ministra del Lavoro e politiche sociali, Nunzia Catalfo, per renderla partecipe della situazione riguardante i lavoratori stagionali che hanno prestato la loro opera nel settore turistico e che sono rimasti esclusi  dall’indennità prevista dal Decreto Legge 18 del 17 marzo per i lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali.

Il sindaco ha sottolineato che "tale esclusione sta creando situazioni di forte disparità tra lavoratori stagionali del medesimo settore, ma soprattutto sta portando a situazioni di fortissimo disagio economico e indubbiamente l’assegnazione del bonus darebbe un sostegno importante in un momento di grande difficoltà".

In particolare ha messo in evidenza la necessità "di inserire i codici Ateco parchi di divertimento e parchi tematici ed altri codici relativi a tutte le attività svolte nei parchi di divertimento e tematici chiedendo che vengano ricompresi tra quelli per cui si eroga l’indennità per i lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali".

Il sindaco ha sottolineato "l’opportuna equità fra tutti i lavoratori e le lavoratrici stagionali che stanno affrontando una situazione di grande incertezza, proprio perché il settore turistico è tra quelli più colpiti e che, nel comune di Ravenna, occupa moltissime persone". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento