rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Economia

Si festeggia l'8 marzo: l'82% degli uffici postali sono diretti da donne

Per quanto riguarda il comparto degli uffici postali, ben l'82% delle funzioni direttive sono ricoperte da donne ed è femminile anche l'88% del personale amministrativo e di sportello

Poste Italiane si conferma un’azienda “in rosa” e quelle che si sono riunite nell’Ufficio Postale di Ravenna Centro, invitate dalla direttrice Marina Tedaldi per la Festa della Donna, non sono che una piccola rappresentanza della predominante realtà femminile che opera agli sportelli, all’interno degli uffici postali, o nei centri di recapito per la lavorazione e la consegna della corrispondenza. La Giornata dell’8 marzo assume un particolare significato per la realtà postale del Ravennate che si caratterizza in Emilia Romagna come una delle province con più alta percentuale di donne sia tra i responsabili, a cominciare dalla direttrice della Filiale Roberta Iacovozzi, sia fra operatori e addetti.

Per quanto riguarda il comparto degli uffici postali, ben l’82% delle funzioni direttive sono ricoperte da donne ed è femminile anche l’88% del personale amministrativo e di sportello. Stesso discorso vale per il settore della lavorazione e del recapito della corrispondenza: dei 7 centri di distribuzione del Ravennate, 4 (Ravenna Meucci e Meucci Bis, Faenza e Cervia) sono a direzione femminile e il 65% degli addetti al recapito sono anch’esse donne. In particolare le “postine telematiche”, grazie al palmare, la stampante e il pos, oltre alla corrispondenza, portano a domicilio ai cittadini di Ravenna e provincia alcuni servizi dell’ufficio postale.

Donne che hanno acquisito competenze informatiche e tecnologiche e che, grazie alla loro attitudine ai rapporti interpersonali, aiutano i clienti a fare le operazioni. Come affermano Maristella Dodero e Silvia Rinaldi, responsabili dei centri di distribuzione del capoluogo: «Le nostre colleghe si sono allineate alle nuove funzionalità operative con molta naturalezza e vedere l’impegno che mettono nello spiegare alle persone anziane come pagare un bollettino o inviare una raccomandata da casa, fa capire fino in fondo che il nostro è un lavoro a forte valenza sociale che rende le nostre giornate ricche anche di emozioni e soddisfazioni».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si festeggia l'8 marzo: l'82% degli uffici postali sono diretti da donne

RavennaToday è in caricamento