rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Economia Brisighella

Un finanziamento per la cooperativa che vuole creare un internet point e un deposito pacchi nel paesino di montagna

Nell’appennino faentino la cooperativa di comunità Camino Verde di San Cassiano, nell’alta Valle del Lamone, ha costruito inizialmente le basi per la nuova gestione del bar-bottega

Cinque cooperative di comunità aderenti a Confcooperative Romagna sono state finanziate dal Bando regionale n. 1740 del 17 ottobre 2022 per la promozione e il consolidamento di queste particolari realtà. Si tratta di Camino Verde, cooperativa di comunità del ravennate, Rigenera e Cooperativa San Zeno nate entrambe nell’appennino forlivese, rispettivamente a Santa Sofia e nel comune di Galeata e di due realtà riminesi: Incanti Delcesi di Casteldelci e Pixel, cooperativa di comunità urbana di Viserbella.

Al bando della Regione, che ha messo a disposizione 200.000 euro, hanno partecipato 26 realtà in tutta la regione, 17 delle quali sono state ammesse a contributo con tetto massimo di 10.000 euro ciascuna, per investimenti, spazi, impianti e consulenze utili a fornire a queste realtà preziose gli strumenti per essere sempre più forti e attive. Un’opportunità creata con la Legge regionale del 3 agosto 2022 che ha riconosciuto l’importante ruolo di sviluppo e animazione delle cooperative di comunità, prevedendo supporti economici attraverso appunto i bandi.

Confcooperative Romagna ha accompagnato la nascita di diverse realtà in zone periferiche, individuando nelle cooperative di comunità la valenza sociale, collettiva e di rigenerazione che collega queste imprese alle persone e al territorio dando linfa a servizi e iniziative, come sottolinea il funzionario Pierpaolo Baroni: “Come Confcooperative Romagna da alcuni anni abbiamo seguito con particolare attenzione la nascita di queste cooperative che arricchiscono luoghi altrimenti impoveriti portando sviluppo e idee. Intensificheremo il nostro impegno per promuoverle. E, oggi, possiamo constatare che la Legge regionale ha moltiplicato le opportunità”.

Soddisfazione per i finanziamenti ottenuti viene espressa dal direttore generale di Confcooperative Romagna Andrea Pazzi: “Tutte e cinque queste cooperative hanno dimostrato grande dinamismo nei territori dove si sono costituite. Hanno rilanciato strutture esistenti, animato nuove iniziative , divenendo riferimento per l’intera comunità”.

Nell’appennino faentino la cooperativa di comunità Camino Verde di San Cassiano, nell’alta Valle del Lamone, ha costruito inizialmente le basi per la nuova gestione del bar-bottega. Prima cooperativa culturale trasformata in cooperativa di comunità con un percorso di rilancio che ha in prospettiva tanti progetti per supplire ai servizi negli anni scomparsi, attraverso il coinvolgimento degli abitanti. Tante le idee: come quella di creare un internet point, fare una convenzione per un centro di informazioni per il turismo, organizzare un deposito pacchi per chi abita più lontano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un finanziamento per la cooperativa che vuole creare un internet point e un deposito pacchi nel paesino di montagna

RavennaToday è in caricamento