Vicenda Aimeri e Pianeta Ambiente: assemblea in piazza del Popolo

Lunedì alle ore 18, in piazza del Popolo a Ravenna, si terrà un'assemblea, aperta alla cittadinanza, degli ex dipendenti Aimeri e Pianeta Ambiente per fare il punto sulla mancata erogazione stipendio di maggio e altre situazioni

Lunedì alle ore 18, in piazza del Popolo a Ravenna, si terrà un'assemblea, aperta alla cittadinanza, degli ex dipendenti Aimeri e Pianeta Ambiente per fare il punto sulla mancata erogazione stipendio di maggio, errata assunzione del personale da parte del consorzio Ciclat, mancate assunzioni di tutti i dipendenti coinvolti nell'appalto Hera.

“Sono 16 giorni che Aimeri e Pianeta Ambiente non pagano lo stipendio, lasciando 300 dipendenti, e le loro famiglie, in un insopportabile disagio non potendo provvedere ai loro più elementari/fondamentali bisogni. Ci sono alcuni dipendenti a cui, per procedure precedenti, è stato trattenuto il quinto del salario dalla busta paga da Aimeri e, contemporaneamente, la somma trattenuta non è stata versata alle finanziarie di competenza, innescando così ulteriori procedure nei confronti del dipendente coinvolto” si legge in una nota dei sindacati firmata da Alberto Mazzoni Fp Cgil, Rino Missiroli  Uiltrasporti e Silvia Foschini Fisascat Cisl.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ci sono dipendenti che pur vantando una anzianità di servizio di oltre 10 anni, nei vari passaggi tra imprese che hanno gestito i servizi messi in appalto, si sono visti peggiorare le condizioni economiche e contrattuali con assunzioni mal pagate e a tempo determinato. Infine, dopo 40 giorni di avvio della gestione dell'appalto da parte del consorzio Ciclat, non si è ancora fatto un accordo per risolvere i mille problemi sul tavolo. A tutt'oggi non vi è neanche una data utile per un incontro che possa portare un po’ di dignità in questa incredibile vicenda... i diritti sono stati calpestati, si ritorna a modalità di lavoro insicure e mal pagate, molte persone sono ancora a casa senza lavoro. Per gestire tutto questo abbiamo chiesto l'apporto del Prefetto di Ravenna, che ci sta seguendo con attenzione e ci incontrerà martedì 5 luglio alle ore 11, e il contributo del neo eletto sindaco di Ravenna a cui abbiamo chiesto un incontro "in diretta" per lunedì sera durante l'espletamento dell'assemblea in piazza. Abbiamo bisogno del sostegno di tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento