Mercoledì, 19 Maggio 2021
Economia

Vino, cibo e cultura s'incontrano: anche 14 aziende ravennati a "Enologica 2018"

Una comunità d'intenti che percorre tutta la via Emilia, spina dorsale di uno scrigno di eccellenze, e che promuove le peculiarità dei diversi territori partendo dai protagonisti indiscussi che sono i vini a denominazione

Conferme e soprattutto molte novità per l’edizione 2018 di “Enologica”, il Salone del vino e del prodotto tipico dell’Emilia Romagna, l’evento capace di unire il vino e il cibo della regione con quelle che sono le caratteristiche ambientali e culturali che rendono unica l’Emilia Romagna. 

Sono tante le aziende ravennati che saranno presenti all’evento a Palazzo Re Enzo Bologna da sabato 6 a lunedì 8 ottobre: Podere La Berta di Brisighella, La Casetta e Tenuta Masselina di Castel Bolognese, Bolè Faenza/Lugo, Cà di Sopra, Cantine Intesa - Agrintesa, Gallegati, La Sabbiona, Spinetta e Trerè tutte di Faenza, Randi di Fusignano, Caviro di Lugo, Tenuta Uccellina di Russi, Tenuta Nero del Bufalo di Sant'Agata sul Santerno. Una comunità d'intenti che percorre tutta la via Emilia, spina dorsale di uno scrigno di eccellenze, e che promuove le peculiarità dei diversi territori partendo dai protagonisti indiscussi che sono i vini a denominazione. Si parla di Albana e Sangiovese per la Romagna, Pignoletto per il bolognese, Fortana per il ferrarese, Lambrusco per il modenese, il reggiano e il parmense, Malvasia per il parmense e il piacentino, Gutturnio per il piacentino, ma senza dimenticare i tanti autoctoni presenti.

Ma il Salone del vino prevede anche un programma di eventi food con la coppia Adua Villa e Marco Colognese che curerà gli incontri con gli chef. Incontri che avverranno in due postazioni attraverso una serie di cooking show: uno più “pop” al centro del salone principale del Palazzo (quello che ospita anche i produttori) nel quale lo chef Daniele Reponi realizzerà i suoi “Panini d’Autore” utilizzando esclusivamente prodotti Dop e Igp made in Emilia Romagna; l’altro di carattere più tecnico e informativo che vedrà impegnati alcuni dei migliori chef della nostra regione. Come di consueto nella giornata del lunedì, riservata al pubblico degli addetti del settore food&wine, ci sarà anche la cerimonia di conferimento del Premio “Carta Canta” (con il patrocinio di Fipe Emilia Romagna), rivolto a ristoranti, enoteche, bar, agriturismi e hotel situati in regione, in Italia o all’estero che propongono un assortimento qualificato di vini regionali all’interno dei propri menù.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vino, cibo e cultura s'incontrano: anche 14 aziende ravennati a "Enologica 2018"

RavennaToday è in caricamento