Autorità bosniache in visita a Ravenna per la celebrazione del 20esimo della Camera Italo-bosniaca

L’incontro di venerdì vuole essere un momento di riflessione per il futuro dei rapporti fra le due Repubbliche e soprattutto sull’impegno che la Camera mista potrà sviluppare in futuro, in vista di una prossima adesione della Bosnia-Erzegovina all’Unione Europea

Venerdì, alle 10, alla Camera di Commercio di Ravenna, verrà celebrato il 20° anniversario della fondazione e costituzione della Camera Mista Italo-Bosniaca. All’evento parteciperanno autorità italiane e bosniache, tra cui il Console Generale della Bosnia Erzegovina in Italia, dott. Igor Babic, e il Ministro della Sanità, Dr. Dragan Bogdanic, con cui la Camera mista Italo-Bosniaca ha intrapreso, in questi ultimi anni, importanti collaborazioni che hanno coinvolto numerose aziende e strutture sanitarie del territorio emiliano-romagnolo.

La Camera nasce nel 1996, dopo gli accordi di pace siglati a Dayton, fondata dall’avvocato Pietro Baccarini, allora presidente della Camera di Commercio di Ravenna, con un folto gruppo di imprenditori ravennati, per aiutare la ricostruzione e lo sviluppo di un Paese devastato dalla guerra. Due anni più tardi, otterrà il riconoscimento ufficiale dell’allora Ministero del Commercio Estero Italiano e l’iscrizione all’Albo delle Camere di Commercio Italo-Estere in Italia, tenuto da Unioncamere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi, dopo vent’ anni di costante attività per favorire i rapporti economici, culturali e sociali fra l’Italia e la Bosnia Erzegovina, la Camera di Commercio Italo-Bosniaca opera a livello nazionale con sede a Ravenna e un proprio ufficio stabile a Sarajevo operativo da oltre 15 anni, divenuto, ormai, un punto di riferimento indispensabile per le imprese italiane che intendono operare sul mercato balcanico. L’incontro di venerdì vuole essere un momento di riflessione per il futuro dei rapporti fra le due Repubbliche e soprattutto sull’impegno che la Camera mista potrà sviluppare in futuro, in vista di una prossima adesione della Bosnia-Erzegovina all’Unione Europea.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento