25 aprile: camminata, ricordi e celebrazioni “Nel Senio della memoria”

  • Dove
    sedi varie - vedi programma
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 25/04/2019 al 25/04/2019
    vari orari - vedi programma
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Partigiani d’umanità: questo il tema che regge la sedicesima edizione della camminata della Liberazione “Nel Senio della memoria”, che si terrà giovedì 25 aprile. Come di consueto, saranno due le partenze possibili, entrambe alle nove da Cotignola e Alfonsine, per un percorso dedicato ai valori della Resistenza attraverso teatro, musica, narrazione e convivialità.

Il ritrovo a Cotignola è dalla piazzetta Gino Zoli. Qui ci sarà la lettura teatrale intitolata Ciuingam. Denis Campitelli, Annalisa Salis, e Carlo Sella, tre attori che si sono conosciuti alla Bottega dello Sguardo, indosseranno gli occhi di Afra Bandoli, testimone preziosa nel territorio della Bassa Romagna, che ha scritto il suo ricordo di bambina ai tempi del fronte.

Seconda tappa per il gruppo partito da Cotignola sarà alle 10.30 a Lugo, presso il cippo “Martiri del Senio”: musiche della Resistenza e delle rivoluzioni con Daniele di Bonaventura (bandoneòn), Marcello Peghin (chitarra dieci corde), Felice Del Gaudio (contrabbasso) e Alfredo Laviano (percussioni).
Proseguendo per San Potito sarà possibile visitare la mostra “L’oblio della Memoria: lo sterminio dei dimenticati”, allestita al centro civico di paese in via San Potito 11; aperta dalle 9 alle 14, è un percorso espositivo sulle minoranze internate ad Auschwitz e Birkenau, a cura del liceo scientifico “Gregorio Ricci Curbastro” e dell’istituto “Sacro Cuore” di Lugo.

La partenza da Alfonsine è invece presso la libreria di Lucia, nel giardino pubblico di piazza Vincenzo Monti; ci sarà “Anche la mia voce per la Resistenza... teniamoci per voce”, letture poetiche e musica in collaborazione con INconTRAdonne. Alle 11.45 il gruppo giungerà in via Rossetta a Fusignano, nel punto in cui le truppe alleate attraversarono il Senio, per la deposizione delle corone.

Alle 12.15 i due gruppi si incontreranno a Borgo Pignatta, presso il cippo che ricorda le 28 vittime della strage della notte del 23 dicembre 1944. A questo punto saranno presentati due brani inediti composti da Mara Luzietti (A cuore freddo) e Giacomo Scudellari (La città di carta), due canzoni liberamente ispirate a storie accadute ai tempi del fronte.

A seguire pranzo conviviale nel parco di Masiera: prenotazione obbligatoria entro il 23 aprile chiamando i numeri 333 8183570 (Elisa), oppure 389 0003321 (Anpi Bagnacavallo). Il costo è di 16 euro per gli adulti, 8 euro dai 6 ai 12 anni, gratis fino a 6 anni). Seguirà il concerto dei Briacabanda. Saranno presenti bancarelle solidali di Anpi, Emergency, associazioni Italia-Cuba, Demetra e Aido.

Alle 15.15 i partecipanti raggiungeranno Fusignano, dove potranno ascoltare altre due canzoni eseguite per la prima volta e scritte appositamente per il Senio: Francesca Amati (Comaneci) e Riccardo Lolli presenteranno Un giovedì, ispirata alla testimonianza di Rosalia Fantoni, e Per sempre amanti, nata da un episodio di due amanti in un campo di grano di Fusignano.

Lungo l’argine tra Masiera-Rossetta ci saranno le foto e le casette della memoria di Lino Benini intitolate “Di fronte all’umanità perduta”.

Infine, alle 17, nel giardino del vecchio asilo di Rossetta ci sarà Cafè d’Cai, racconti nel bar-covo di antifascisti, con Denis Campitelli e Annalisa Salis. “Cafè d’Cai”, il diario alfonsinese di Antonio Pagani, barista ai tempi della guerra, s’intreccia con le testimonianze di vita quotidiana di Giuseppe Bartolotti, Mario Farina, Giancarlo Gentilini, Paola Gamberini, Bruno Mazzotti, Enio Mazzotti, Maria Teresa Pirazzini, raccolte da Primola di Cotignola. A seguire, merenda offerta dalla popolazione di Rossetta.

Al termine è disponibile gratuitamente il trasporto in corriera nei luoghi di partenza (fermate ad Alfonsine, Bagnacavallo, Cotignola, Fusignano, Lugo).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • La Festa della Donna si celebra con una primula

    • 8 marzo 2021
    • Centro Commerciale Le Cicogne
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento