Il regista delle Albe Martinelli racconta la non-scuola a Palazzo Rasponi

Mercoledì 11 gennaio alle ore 18.30 a Palazzo Rasponi dalle Teste, l'acclamato regista del Teatro delle Albe, Marco Martinelli, presenta "Aristofane a Scampia" (Ed. Ponte alle Grazie, 2016), il suo nuovo libro.

La rassegna di incontri con l’autore Il tempo ritrovato, curata da Matteo Cavezzali, ospita il drammaturgo, che racconterà come far amare i classici agli adolescenti con la non-scuola. L’appuntamento fa parte anche della rassegna di incontri formativi della Drammatico Vegetale Siamo asini o maestri? e vedrà la partecipazione di Franco Masotti (direzione artistica Ravenna Festival) e Gianluca Dradi (dirigente scolastico del liceo scientifico “A. Oriani”).

In questo nuovo lavoro Marco Martinelli racconta l’esperienza della non-scuola, nata a Ravenna negli anni novanta e da allora divenuta un fenomeno “contagioso” esportato in tutta Italia e nel mondo. «Immaginateveli, sì, i vostri figli o alunni come se fossero degli asinelli – dice Marco Martinelli a proposito di Aristofane a Scampia – perché asini lo sono davvero (so bene che su questo punto siete d’accordo con me) ma immaginateli come asini turbolenti, pieni di paure e ombre, ma anche di desideri inconfessati, di passioni inespresse, affamati di vita, di ignoto, di sogni. Spesso a voi insegnanti e genitori nascondono questi sogni, se li tengono per loro, vi si rifugiano dentro come le talpe nelle loro gallerie sotterranee: è la loro tattica di sopravvivenza, non si palesano mai o quasi mai davanti ai vostri occhi come realmente sono. Dall’altra parte immaginate i testi antichi del teatro, i classici polverosi dai nomi impronunciabili: da Eschilo all’Aristofane che campeggia nel titolo di questo libro, da Plauto a Moliere a Shakespeare, fino ad Alfred Jarry, fino a Bertolt Brecht. Guardateli insieme, gli asini e i classici, i barbari e la biblioteca: niente di più lontano, dite voi? Avete ragione: gli asinelli e i classici sono legni che appartengono ad alberi lontanissimi tra loro, ai confini opposti della foresta, destinati a non incontrarsi. Ma se qualcuno fosse in grado di avvicinarli? Se avvicinandoli scoprisse che si possono sfregare insieme, fino a raggiungere una temperatura altissima, fino a far nascere, da quello sfregamento, una scintilla? Non è possibile, pensate voi. È possibile, vi rispondo io. E lo sto sperimentando da venticinque anni, questo sfregamento. Nel libro proverò a raccontarvelo».

Marco Martinelli, nato a Reggio Emilia (ma residente a Ravenna dall’età di tre anni), drammaturgo e regista, ha fondato nel 1983 insieme a Ermanna Montanari il Teatro delle Albe. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti: il Premio Ubu (1996, 1997, 2007, 2013); il Golden Laurel del Festival Internazionale Mess di Sarajevo (2003); il Premio alla carriera del festival Journées théâtrales de Carthage (2009), il Premio Enriquez per la regia dello spettacolo Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi (2015). I testi di Martinelli sono pubblicati in Italia da Ubulibri, Editoria&spettacolo, Luca Sossella Editore, e sono stati tradotti, pubblicati e messi in scena in Francia, Belgio, Russia, Germania, Romania, Brasile, Cile e Stati Uniti.

LA RASSEGNA "SIAMO ASINI O MAESTRI?"
La VI edizione di Siamo asini o maestri? affronta il tema “pedagogia e vocazione”. Pedagogia come disciplina unita a una disposizione dell’essere, vocazione congenita alla figura del buon maestro che accompagna alla conoscenza, guida e conduce attraverso l’esortazione e l’esempio. Don Milani, maestro di buone pratiche pedagogiche, incarna quella naturale disposizione del maestro che consacrandosi all’esempio, s’interroga su come essere una guida: «Non bisogna preoccuparsi di come bisogna fare per fare scuola, ma di come bisogna essere per potere fare scuola». Nel tempio di Apollo a Delfi è iscritta l’esortazione religiosa greca “conosci te stesso”. Un monito antico, ma ancora attuale. Si porta ad esempio Franco Lorenzoni, maestro elementare, ha scritto il libro I bambini pensano grande (ed. Sellerio): un diario che è al tempo stesso la cronaca di un’avventura pedagogica personale, dentro e fuori la scuola di un piccolo paese umbro. È la storia di una ricerca autentica, di un incontro profondo, di un co-respiro tra un maestro e i suoi allievi. È una finestra aperta su una scuola vera, che è scuola di vita, è di convivenza, di presenza, di scoperta e di conoscenza, di vocazione che si alimenta con i bambini e per i bambini. Prendendo spunto da questo libro e dalla straordinaria cronaca ed esperienza pedagogica di Lorenzoni, Drammatico Vegetale propone alcuni incontri per ampliare l’orizzonte del tema, insieme ad artisti di riconosciuta esperienza nei settori di appartenenza e specializzazione, come la scuola, il teatro, l’illustrazione, la musica.

Info:
ufficiostampa@ravennateatro.com
tel. 348 4730900 – 0544 36239

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • 'Il primo secondo' di Denis Campitelli a Cervia

    • Gratis
    • 12 August 2020
    • Bagno Adriasol 111
  • Domenico Quirico racconta "La sconfitta dell’Occidente"

    • solo domani
    • 7 August 2020
    • Museo Classis Ravenna - Classe
  • Marco Martinelli si racconta fra le balle di paglia

    • solo domani
    • Gratis
    • 7 August 2020
    • Parco “Rita Atria”

I più visti

  • Sere d'estate in centro fra Mosaico di Notte e visite guidate in musica

    • dal 1 July al 31 August 2020
    • sedi varie - vedi programma
  • Ferragosto al cinema: riapre il multisala ravennate

    • 15 August 2020
    • Cinema City
  • Artigianato, design e proposte originali al "Vialetto degli Artisti"

    • Gratis
    • dal 27 June al 6 September 2020
    • Vialetto degli Artisti, Milano Marittima
  • Musica, spettacoli e visioni in rosa: da “Sonus Salis” all'alba in Salina

    • Gratis
    • dal 5 al 9 August 2020
    • sedi varie - vedi programma
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RavennaToday è in caricamento