Eventi

Applausi e tanti spettacoli: si è conclusa l'edizione 2021 di Ammutinamenti

La 23esima edizione del festival di danza urbana e d’autore ha portato ancora una volta giovani artisti e grandi autori nei luoghi storici ed emblematici della città

Si è conclusa con molti applausi la XXIII edizione Ammutinamenti - Festival di danza urbana e d’autore organizzato e promosso dall’Associazione Cantieri Danza che quest’anno, in via eccezionale, si è sviluppata in due momenti, dal 3 al 7 settembre e dal 7 al 10 ottobre 2021. La prima parte (dal 3 al 7 settembre) è stata dedicata alla danza urbana nei luoghi storici ed emblematici della città e ai progetti, mentre la seconda (dal 7 al 10 ottobre) si è focalizzata sulla Vetrina della giovane danza d'autore e su Prove d'Autore XL.

La danza contemporanea nelle sue camaleontiche forme è ormai di casa a Ravenna, grazie ad Ammutinamenti, un festival lungimirante che ha dedicato tutti questi anni di lavoro alla parte più giovane e innovativa delle arti performative trasformando di fatto la cttà in un vero e proprio palcoscenico della danza contemporanea, accogliendo nelle sue piazze, nei suoi teatri, e da quest’anno anche nella vicina laguna, spettacoli e performance. Ammutinamenti 2021 si è presentato come uno spazio bianco con il desiderio di farsi palestra del pensiero condiviso e luogo di possibilità da coltivare, terreno fertile nel quale nuove attenzioni e azioni possono trovare linfa feconda per radicarsi e crescere.

Esplosiva in particolare la seconda parte del Festival, con la Vetrina della giovane danza d’autore che ha visto protagonisti 14 giovani autori e autrici provenienti da tutta Italia selezionati tramite un bando nazionale dai partner della rete italiana dedicata alla promozione della giovane danza d’autore: Adriano Bolognino, Beatrice Bresolin, Giovanni Careccia, Giuseppe Comuniello e Camilla Guarino, Fabritia D’Intino e Clémentine Vanlerberghe, Laura Gazzani, Michael Incarbone, Giorgia Lolli, Lorenzo Morandini, Giovanni Napoli, Sofia Nappi, Emanuele Rosa e Maria Focaraccio, Roberto Tedesco e Cecilia Ventriglia.

Applausi anche per Prove d’Autore XL, altro innovativo progetto della rete che offre a coreografi e coreografe emergenti della danza contemporanea italiana la possibilità di misurare le proprie capacità autoriali confrontandosi con l’ideazione e la scrittura coreografica per ensemble numerosi. Protagonista dell’esito della residenza d'autore è stato il lavoro di Camilla Monga con la MMContemporary Dance Company. Ha attraversato inoltre il Festival il percorso formativo Nuove Traiettorie caratterizzato da lezioni, incontri, confronti, scambio pratiche, visione di spettacoli.

prove_d'autore_camilla_monga_con_MMCDC_ph_dario_bonazza_2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Applausi e tanti spettacoli: si è conclusa l'edizione 2021 di Ammutinamenti

RavennaToday è in caricamento