Venerdì, 18 Giugno 2021
Eventi

Nuove sfide per Beaches Brew nel 2020: replicare le ventimila presenze dello scorso anno

Si tiene a giugno la nona edizione del festival che porta a Marina di Ravenna band e spettatori da tutto il mondo. De Pascale: "Un evento di successo che attira il pubblico internazionale"

Prende vita da lunedì 8 a giovedì 11 giugno 2020 sulla spiaggia dell’Hana-Bi la nona edizione di Beaches Brew, appuntamento curato da Associazione Culturale Bronson (con un team diviso tra Italia, Olanda e Stati Uniti) che inaugura come di consueto la stagione estiva dei festival in Italia. 

Quattro giorni in cui gli appassionati di tutto il mondo si ritroveranno ancora una volta a Marina di Ravenna, nel cuore della Riviera romagnola, dove potranno vedere e ascoltare alcuni tra gli artisti più innovativi provenienti dai quattro angoli del pianeta, confermando la vocazione profondamente internazionale della manifestazione e la volontà degli organizzatori di dare un forte impulso al turismo marittimo in un periodo considerato ancora di “bassa stagione”.

E infatti la sfida del festival sarà anche quella di replicare i felicissimi numeri dell’edizione 2019, ossia quasi 20.000 persone (da Italia, Canada, Austria, Svizzera, Olanda, Germania, Danimarca, Svezia, Repubblica Ceca, Australia, Regno Unito, Irlanda, Polonia, Russia e Stati Uniti), con un’età media compresa tra i 25 e i 44 anni, con percentuali di 60% dall’Italia e 40% dal resto del mondo, quasi equamente divise tra pubblico maschile e femminile.

"Il Beaches Brew – sottolinea il sindaco di Ravenna, Michele de Pascale – racconta la nostra spiaggia in un modo unico, come non riesce a fare nessun altro evento. Una spiaggia accessibile a tutti, dove ci si diverte ascoltando musica ad alti livelli, in maniera innovativa e originale. Ciò contribuisce non solo a incontrare il favore di tanti appassionati che ritornano negli anni, ma anche a lasciar traccia nella memoria suscitando la curiosità e l’interesse di un pubblico molto più ampio che vede in Ravenna una destinazione viva e propositiva. Un festival di grande successo, in grado di richiamare importanti numeri di pubblico internazionale, e di cui parla tutto il mondo, in questo determinato ambito, e in grado anche di fare sistema con il resto del paese".

Il festival, a ingresso completamente gratuito e con un’attenzione sempre crescente alle tematiche ambientali, è reso possibile dal prezioso sostegno di Comune di Ravenna (Assessorato alla Cultura) e Regione Emilia-Romagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove sfide per Beaches Brew nel 2020: replicare le ventimila presenze dello scorso anno

RavennaToday è in caricamento