Sabato, 13 Luglio 2024
Eventi

Beaches Brew pronta per la decima edizione: 19 artisti e una raccolta fondi per gli alluvionati

Tutto il programma del festival e le iniziative a favore della popolazione colpita dall'alluvione

Da lunedì 5 a giovedì 8 giugno prossimi l’appuntamento è a Marina di Ravenna per la decima edizione di Beaches Brew: nato nel 2012 sulla spiaggia dell’Hana-Bi, stabilimento balneare sul litorale romagnolo, dalla sinergia del team di Bronson con un pool di curatori internazionale, Beaches Brew inaugura ufficialmente l’estate della musica in Italia, ma ha saputo affermarsi in questi dieci anni come uno dei boutique festival più amati e partecipati anche a livello europeo, punto di riferimento per quanto riguarda la sperimentazione e lo scouting di nuovi suoni da tutto il mondo. Sul palco di Beaches Brew si sono esibiti infatti tra gli altri, spesso per la prima volta nel nostro paese, King Gizzard, Courtney Burnett, Big Thief, Khruangbin, Comet is Coming, Neutral Milk Hotel, Ty Segall, The War on Drugs e Elijah Wood.

L’inaugurazione ufficiale del festival si terrà lunedì 5 giugno all’Harbour Stage del Molo Dalmazia, nel porto di Marina di Ravenna, e vedrà protagonista insieme ai live di giornata il Garage Sale, market etico dal sapore europeo che promuove il consumo consapevole: Reuse before recycle, riutilizzare prima di riciclare, è lo slogan che accompagna il progetto richiamando un nuovo stile di consumo consapevole. Non un semplice mercatino del vintage, ma un cantiere itinerante di idee ed esperienze che si diletta a portare in luoghi diversi la sua idea di sostenibilità. Il resto del festival si svolgerà sulla spiaggia dell’Hana-Bi.

"Beaches Brew – afferma l’assessore alla Cultura del Comune di Ravenna, Fabio Sbaraglia – arriva quest’anno al suo decimo anno confermando e rilanciando la sua vocazione internazionale e di forte richiamo per un pubblico sempre ampio e appassionato. Questa edizione cade in un momento molto delicato e doloroso per il nostro territorio ma siamo certi che una piena ripartenza passi anche dal coinvolgimento e dall’impegno del settore culturale. E Beaches Brew rappresenta uno degli appuntamenti più importanti in ambito musicale sul panorama nazionale".

«"Siamo profondamente addolorati – dicono dalla direzione artistica di Beaches Brew – per gli eventi che hanno devastato la Romagna in questi ultimi giorni: i danni subiti da molte aree del nostro territorio sono purtroppo incommensurabili. Nonostante tutto, siamo felici che Marina di Ravenna sia uscita pressoché indenne dal disastro e immensamente sollevati dopo molti pensieri, nel condividere la notizia che Beaches Brew 2023 potrà svolgersi come da programma. In questi giorni abbiamo avuto modo di confrontarci con le istituzioni locali, che ci hanno confermato che la manifestazione potrà avere luogo seguendo le normative vigenti. Siamo stati costantemente in contatto con il nostro personale e tutti i fornitori, per assicurarci che siano al sicuro e che si trovino ancora in grado di dare il loro fondamentale contributo alla riuscita di questa edizione. Per fortuna, le aree di Ravenna e Marina di Ravenna sono ora sicure per gli spostamenti e tutti i servizi saranno presto disponibili, compresi i trasporti in autobus e treno".

Il festival si apre anche alla solidarietà verso le vittime dell'alluvione. Sulla piattaforma GoFundMe è stata lanciata un'iniziativa per raccolgiere fondi per chi ne ha bisogno. "La raccolta fondi raccoglierà donazioni fino alla fine del festival (8 giugno), quando devolveremo tutto quello che è stato raccolto all'Agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile dell'Emilia-Romagna. Se sei un amico, vicino o lontano, questa è l'opzione migliore per offrire il tuo supporto - spiegano gli organizzatori - Inoltre, Beaches Brew devolverà il 25% di tutte le vendite di braccialetti e merchandising del festival, quindi per tutti coloro che hanno intenzione di partecipare, vi invitiamo a prendere in considerazione l'acquisto di un braccialetto online o al festival e assicurarvi di acquistare il merch ufficiale di Beaches Brew".

Il programma

19 artisti (molti dei quali in prima italiana), 12 diversi paesi del mondo, per una line-up che riflette perfettamente l’approccio di ricerca trasversale, inclusivo e boundary crossing del progetto Beaches Brew, mai concentrato su un solo genere o espressione ma sempre aperto all’esplorazione delle diverse direttrici sonore del contemporaneo: dall’R&B intimo e sperimentale della producer losangelina Liv.e, il cui secondo disco Girl in the Half Pearl è Best new album di febbraio per Pitchfork, alle sperimentazioni tra calypso, soca e elettronica occidentale dell’angolana Pongo, nuova diva del Kuduro (genere di musica dance elettronica nato negli anni 80 in Angola dal mix tra musica locale e europea); dall'alt-folk rituale contaminato con la drone music degli irlandesi Lankum, prodotti da Rough Trade, all’icona del rap underground dell’East coast Billy Woods, fondatore dell'etichetta discografica Backwoodz Studioz e già membro di Armand Hammer, Super Chron Flight Brothers e The Reavers, oltre che autore di un album in coppia con Moor Mother. 

LUNEDÌ 5 GIUGNO al Molo Dalmazia 
Eugenia Post Meridiem (IT)
Trust The Mask (IT)
Sleap-e (IT) 

MARTEDÌ 6 GIUGNO Hana-Bi
Liv.e (US)
Chupame El Dedo (CO)
Billy Woods (US)   
Slauson Malone 1 (US)
So Beast (IT)

MERCOLEDÌ 7 GIUGNO Hana-Bi
Pongo (AO/PT)   
Nusantara Beat (NL)   
Phelimuncasi (SA)
O. (UK)   
Archivio Futuro (IT)

GIOVEDÌ 8 GIUGNO Hana-Bi
Lankum (IR)   
Mabe Fratti (GT/MX)  
Rose City Band (US)   
Rosali (US) 
Dion Lunadon (NZ)  
Dj Fitz (UK)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beaches Brew pronta per la decima edizione: 19 artisti e una raccolta fondi per gli alluvionati
RavennaToday è in caricamento