“Bonjour tristesse”, i dipinti di Romeo Zanzi

Domenica 28 aprile alle 18 al centro culturale “Il Granaio” di Fusignano, in piazza Corelli 16, inaugura la mostra pittorica “Bonjour tristesse”, con le opere di Romeo Zanzi.

Dopo un periodo di silenzio e di attesa, ritorna la poesia dipinta di Romeo Zanzi. “Bonjour Tristesse” raccoglie una serie di lavori recenti e inediti. Del resto, il pittore non ha mai presentato opere di precedenti esposizioni. Ben sessanta in tutto, da quel 1973 nella natale Alfonsine e poi Milano, Roma, Torino, Arezzo, Parigi e tanta, tantissima Romagna.

Scrive del lavoro di Zanzi il critico Paolo Trioschi: “Sono paesaggi e figure intrise della sua originalità, visioni non ancora concluse, calate nell’essere tradizionale in un modo che lo rende unico e sempre ordinatamente prossimo all'attesa. Il tocco da un mondo lontano, spinte da ordine francese, la sua originalità non è rivoluzionaria, non è rottura, non è mai eccesso. Balza agli occhi e all'animo la visione sospesa della vita che nell'arte che si arrende alla possibilità del piacere. In “Bonjour Tristesse” rientrano arrendevoli i codici dei maestri e le lezioni della vita: dall'universale al locale, e viceversa. Dal ricercato canone estetico di Gustav Klimt alla geometria sensuale di Paul Klee, alle lezioni di tonalità in equilibrio del maestro locale Francesco Verlicchi e via a scorrere, fino all'amore incondizionato per il mosaico ravennate. Anzi, forse è proprio qui la chiave fondamentale, il principale punto d'avvio. Romeo Zanzi respira sin da studente d'arte la grande magia musiva della Ravenna bizantina e poi, la traduce in pittura. Parte dal mosaico e come il grande Klimt ne vive il fascino, vissuto e sospirato nell'attesa della meraviglia eterna”.

La mostra, patrocinata dal Comune di Fusignano, è visitabile fino a domenica 19 maggio il sabato dalle 15 alle 18, il primo maggio e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. L’ingresso è gratuito.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • A 30 anni dal mito: i cimeli che raccontano le imprese del “Moro di Venezia”

    • Gratis
    • dal 30 aprile al 11 maggio 2021
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda: lo "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 27 aprile al 6 giugno 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna

I più visti

  • “Aspettando Bell'Italia”: tornano in piazza le gustose tradizioni regionali

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 7 al 9 maggio 2021
    • Piazza della Libertà
  • L'eterno fascino di piante e fiori si riscopre con le visite ai “Giardini segreti”

    • Gratis
    • dal 8 al 16 maggio 2021
    • sedi varie - vedi programma
  • Un itinerario in pineta sulle tracce del lupo

    • solo domani
    • 9 maggio 2021
    • Fosso Ghiaia, pressi parco Primo Maggio
  • A 30 anni dal mito: i cimeli che raccontano le imprese del “Moro di Venezia”

    • Gratis
    • dal 30 aprile al 11 maggio 2021
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento