Martedì, 28 Settembre 2021
Eventi Faenza

Cene e arte al Distretto A di Faenza che lancia il nuovo Urban art contest

Ritorna il Distretto A Weekend a Faenza, tre giorni di festa tra prelibatezze enogastronomiche e arte nelle strade della città. In più il contest dedicato all’arte urbana e la collaborazione con Palermo

Diffondere creatività e condividere esperienze: questi i principi ispiratori delle iniziative promosse dall’Associazione Distretto A di Faenza, che culminano ogni anno nel weekend partecipativo dedicato all’arte e al cibo, quest’anno in programma per il 18, 19 e 20 maggio.

Questi stessi principi hanno portato gli organizzatori  a promuovere altri due eventi apparentemente distanti ma ugualmente legati alla valorizzazione di un territorio: un corso di dialetto romagnolo e un bando artistico internazionale.

Valorizzare un territorio significa tutelarne storia e tradizioni. Ecco perché nasce il primo corso per riscoprire la lingua locale, il dialetto romagnolo oramai sconosciuto alle nuove generazioni e a rischio totale di estinzione. In partenza dal 7 febbraio, il corso è andato immediatamente sold out, raggiungendo i 30 iscritti. In parallelo partirà a breve anche un corso di ballo liscio, che vada a contaminare un pubblico diverso dalle tradizionali fasce di fruitori, nell’idea di portare in pista tutti coloro che finora lo hanno ritenuto lontano del loro stile e interessi.

Valorizzare un territorio significa anche migliorarne l’aspetto e la fruibilità attraverso riqualificazioni architettoniche ed artistiche. Per la terza volta, Distretto A è promotore di Urban Art Contest, un bando internazionale dedicato all’arte urbana. Vinto nel 2011 da Etnik con l’opera “Musa”, nella Piazzetta Carlo Zauli, e nel 2015 dall’artista portoghese EIME con il “Cuoco” realizzato accanto alla scuola elementare in Via Marini, Urban Art Contest raddoppia nel 2018 il premio con la collaborazione con la città di Palermo. Per il vincitore è previsto il sostegno alla realizzazione di un’opera a Faenza, in Via Mittarelli, e una Palermo, città della cultura 2018, durante Manifesta 12, biennale d’arte contemporanea itinerante che si svolgerà a giugno nella citta siciliana: conferma dell’impegno di Distretto A nel promuovere il legame tra arte e spazi urbani.
Mentre continuano ad arrivare progetti da artisti di tutto il mondo, è di questi giorni il lancio di una campagna di crowdfunding per il sostegno del premio sulla piattaforma PlanBee. Mentre continuano ad arrivare progetti da artisti di tutto il mondo, gli organizzatori hanno deciso di concedere altre opportunità ai partecipanti prorogando la chiusura del bando al 10 marzo.

Partiti 8 anni fa con una informale tavolata in strada e qualche studio d’artista aperto, Distretto A Weekend nell’edizione 2017 ha sfiorato le 15.000 presenze, in un crescendo di spazi aperti, artisti, chef, produttori di vino, e visitatori che ha spinto 3 anni fa gli organizzatori ad espandere l’evento ad un intero fine settimana. Programmato per il 18,19 e 20 maggio, e inserito nel fitto programma del “Maggio Faentino”, l’appuntamento ripropone la classica formula che unisce spazi, arte e food.

Venerdi 18 maggio CENA ITINERANTE: realtà gastronomiche della città, ma anche ristoranti e cantine fra le più interessanti della regione, per una sola sera aprono una postazione temporanea ed inedita nel quartiere faentino, arricchita dalla presenza di installazioni artistiche.

Sabato 19 maggio CIBO DI STRADA & ARTE: ristoranti e cantine lasciano il posto ai foodtruck disseminati nel quartiere, rendendo l’arte unica vera protagonista degli spazi aperti.

Domenica 20 maggio COLAZIONE & VISITE GUIDATE: alla colazione collettiva in un luogo inedito, si uniscono visite guidate, laboratori, passeggiate: ulteriore occasione per respirare la creatività del quartiere.

Tema e programma del fine settimana sono in definizione, ma ci sono alcune importanti anticipazioni. Continua e si rafforza la collaborazione con Buongiorno Ceramica, evento dedicato al mondo artigiano del materiale del territorio per eccellenza, che per la prima volta verrà ospitato all’interno di Distretto A Weekend. Domenica 20 maggio infatti, per tutta la giornata l’evento dal quartiere si allarga a tutta la città, attraverso le aperture straordinarie di botteghe, studi e atelier ceramici.
Come sempre ci saranno installazioni disseminate in tutti gli spazi, e ad una mostra a cura di Distretto A, in un luogo chiave del quartiere, ancora non svelato. Sul fronte degli spazi il recente incontro con gli abitanti del quartiere ha confermato che il percorso toccherà molti luoghi noti, ma che non mancheranno nuovi punti da scoprire grazie all’entusiasmo di padroni di casa che per la prima volta vogliono cimentarsi nell’esperienza ed aprire le proprie porte al pubblico itinerante.

Sono già ufficiali alcune collaborazioni. Green-Go Bus / Viaggi Erbacci per il terzo anno si occuperà di agevolare il raggiungimento del pubblico verso il quartiere chiuso al traffico. I giovanissimi del Gruppo Fotografia Liceo, dopo l’esordio nel 2017, si confermano reporter ufficiali dell’evento e continua il supporto sugli allestimenti da parte studenti della scuola Penny Wirton, frequentata dai richiedenti asilo. Gli Scout del Noviziato Clan 1 di Faenza saranno nuovamente parte integrante dello staff nei punti informativi. In ottica reclutamento volontari e nascita nuove collaborazioni, è partita sui social proprio in questi giorni la open call per chiunque voglia proporsi nel coadiuvare l’organizzazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cene e arte al Distretto A di Faenza che lancia il nuovo Urban art contest

RavennaToday è in caricamento