Santa Maria in Porto Fuori: apre la mostra al Mar

"Ricordi Santa Maria in Porto Fuori?" Al Mar di Ravenna, una mostra racconta la chiesa distrutta dai bombardamenti, tra ricostruzioni virtuali e testimonianze.

Ha la firma di Alessandro Volpe, professore al dipartimento di Beni culturali dell’Università di Bologna, la mostra autunnale su Santa Maria in Porto Fuori, la chiesa distrutta settant'anni fa durante i bombardamenti alleati della Seconda Guerra Mondiale.

Il progetto culturale, dal titolo “Ricordi Santa Maria in Porto Fuori?”, oltre a presentare una ricostruzione virtuale dell’antica chiesa realizzata dal dipartimento di Beni culturali dell’Università di Bologna (campus di Ravenna) prevede anche l’apporto della comunità locale: all’interno della mostra sarà infatti visibile un filmato dedicato ai cittadini che ancora conservano un ricordo della chiesa o della sua distruzione, ideato da Alessandro Volpe, di Elena Pirazzoli dell’Università di Bologna, per la regia di Fabrizio Varesco, con ricordi personali, fotografie di famiglia e testimonianze sulla chiesa prima e dopo la sua distruzione.

Da un episodio drammatico di oltre settant’anni fa quale fu la distruzione della chiesa di Santa Maria in Porto Fuori nasce un momento di condivisione, ricerca e ricostruzione, di valenza scientifica da un lato, grazie all’apporto dell’Università, e sociale dall’altro. I cittadini di Porto Fuori hanno cercato nei loro album di famiglia e nella loro memoria tracce della chiesta di Santa Maria in Porto Fuori e dei ricordi che li legano a essa.

La vicenda della chiesa è piuttosto drammatica: pochi giorni prima c'era stato un altro bombardamento nei quartieri accanto e le persone si erano rifugiate dentro la chiesa pensando di potersi salvare. Invece fu distrutta e dentro vi morirono anche la madre e la zia del prete ritratto nella foto della cartolina. Il prete era Don Mazzotti, uno studioso di arte e archeologia e uno dei tanti che ritrasse la scomparsa chiesa trecentesca: oggi le sue foto si trovano conservate alla Biblioteca Classense e rappresentano parte di un patrimonio iconografico molto importante, sia per la comunità locale, sia perchè nella chiesa si trovavano affreschi molto importanti del Trecento Riminese oggi perduti.

Ma Santa Maria in Porto Fuori nell'immaginario ravennate è collegata anche al culto della Madonna Greca, fu luogo di pellegrinaggi sin dal XII secolo e, nel 1400 ospitò anche un'importante pala di Ercole de Roberti che oggi si trova a Brera. Fu molto fotografata tra '800 e '900, venne distrutta il 5 novembre del '44 e gli affreschi conservati nella nuova chiesa ricostruita furono rubati.

SCHEDA MOSTRA

INAUGURAZIONE: SABATO 5 NOVEMBRE 2016 ORE 18.00

INGRESSO: libero, prenotazione richiesta solo per le visite guidate tel +39 0544 482487

ORARI:
martedì- domenica 9-18, chiuso lunedì
la biglietteria chiude mezz’ora prima
aperture festive: 26 dicembre, 6 gennaio
chiuso 25 dicembre e 1 gennaio

GIORNI DI CHIUSURA: Lunedì

SEDE: MAR - Museo d'Arte della città di Ravenna

 Curatore: Alessandro Volpe

 Enti organizzatori: Comune di Ravenna - Assessorato alla Cultura, MAR Ravenna

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

  • Il forte vento mette in ginocchio gli alberi, due auto travolte dai tronchi precipitati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento