rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cinema

Mosaico d’Europa Film Festival, finale col botto

Dopo una settimana ricca di eventi in anteprima, si avvicina la conclusione per la 6ª edizione del Mosaico d'Europa Film Festival. La manifestazione, diretta da Alberto Achilli

Dopo una settimana ricca di eventi in anteprima, si avvicina la conclusione per la 6ª edizione del Mosaico d’Europa Film Festival. La manifestazione, diretta da Alberto Achilli per l’Ufficio Attività Cinematografiche del Comune di Ravenna, in collaborazione con la FICE, la CICAE e l'Ass. culturale Ravenna Cinema, accoglie il suo pubblico, presso la sala del Palazzo del Cinema e dei Congressi, per la speciale Serata di Premiazione.

Questo il programma di sabato: si comincia alle ore 15.00 con l'ultima pellicola del concorso europeo, l'irlandese Parked. Opera prima per il regista e autore televisivo Darragh Byrne, è una trionfale storia di amicizia e speranza: Fred Daly torna in Irlanda con nessun posto dove vivere se non la sua auto. Poi Cathal parcheggia al suo fianco e illumina il suo mondo solitario, incoraggiando Fred a conoscere un'attraente insegnante di musica.

Il pomeriggio è dedicato al cinema d'animazione. Alle ore 17.00 il disegnatore inglese Phil Mulloy presenterà una selezione di cortometraggi dalle sue famose serie The Ten Commandments e Cowboys. A seguire Simone Massi, premio Miglior Cortometraggio all'ultima edizione dei David di Donatello, presenta i suoi corti animati. Alle 18.30 un momento imperdibile per gli appassionati del genere e non solo: una speciale Masterclass (ad entrata gratuita) che vedrà dietro la cattedra lo stesso Mulloy e gli artisti Vera Neubauer, Simone Massi e Julia Gromskaya. Chiude l'appuntamento, alle ore 20.30, Dead but not Buried ultimo lungometraggio di Phil Mulloy, sulla strana e degenerata famiglia Christie.

Come da tradizione, l’ultima serata è all’insegna della Cerimonia di Premiazione. A partire dalle ore 22.00 la giuria del MEFF 12 (composta dalla produttrice cinematografica americana Jennifer Handorf, dalla distributrice Rai Cinema Valentina Gerardi, dal produttore Rino Sciarretta; dallo scrittore Eugenio Baroncelli e dal critico e giornalista cinematografico Don Giovanni Desio) assegnerà il Premio al Miglior Film in concorso, rispettando così l’obiettivo principale del Festival: dare il proprio contributo ad un’Europa mosaico di culture, ideali e popoli uniti in una forma comune. Un’Europa della cultura aperta, uno spazio in cui le opere cinematografiche circolano, superando barriere e limitanti logiche di mercato.

Dopo la cerimonia è la volta di un gradito ritorno: dopo essere stato protagonista assoluto dell'edizione 2009, Jerzy Skolimowski torna sugli schermi del MEFF con Essential Killing, ultima sua produzione premiata a Venezia 2010, con un sempre intenso Vincent Gallo nei panni di un mujaheddin afgano catturato da soldati americani. Ricordiamo l'appuntamento speciale di chiusura del festival: domenica 22 aprile 2012- alle ore 17.30 ci sarà la replica del film Giordano Bruno, capolavoro del 1973 di Giuliano Montaldo; alle ore 20.30 la presetazione del pluripremiato Corpo Celeste, esordio alla regia della toscana Alice Rohrwacher. La presentazione è in collaborazione con Teatro delle Albe / Ravenna Teatro.

 



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mosaico d’Europa Film Festival, finale col botto

RavennaToday è in caricamento