Ciotole d’Autore 2018: l'arte ceramica all'asta per solidarietà

Inaugura sabato 27 ottobre alle 17 la mostra della quarta edizione di Ciotole d’Autore, nello spazio della Galleria Comunale d’Arte di Faenza: in mostra, fino al 4 novembre, circa 120 ciotole in ceramica, donate dai ceramisti partecipanti alla scorsa edizione di Argillà. I ceramisti di Argillà Italia 2018, italiani e stranieri, sono stati invitati anche quest'anno a donare una ciotola, ricevendo vini e prodotti del territorio romagnolo. Le ciotole saranno poi messe all'asta giovedì 8 novembre, nel corso di una cena al MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, dal titolo Zuppa di Stagione al Sapore di Solidarietà, il cui ricavato sarà devoluto all'associazione GRD-Genitori Ragazzi Down di Faenza, per il progetto Si può fare: Bottega della Loggetta finalizzato all'inserimento lavorativo.

Il progetto, nato da una idea di Mirta Morigi, è organizzato da Ente Ceramica Faenza insieme a Rotary Club Faenza e Strada della Romagna, in collaborazione con una rete di soggetti e operatori del territorio faentino: MIC Faenza, Associazione Il Lavoro dei Contadini, Degusti - Associazione ristoratori del comprensorio faentino, Associazione Torre di Oriolo, Gruppo Fotografia Aula 21, Legambiente “Lamone”, Panificio Collina, LINEA SEBASTIANO di Enrico Negrini.
Il ricavato della prima edizione 2012 è stato donato a Mani Tese, per la ricostruzione di una scuola dopo il terremoto dell’Emilia. Il contributo della seconda edizione 2014 è stato assegnato a SOS DONNA Faenza, per il sostegno alle donne vittime di violenza. Il ricavato della terza edizione 2016 ha finanziato poi il progetto di psicomotricità di ANFFAS Faenza e le popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia. 

“Il progetto delle Ciotole d’Autore giunge alla sua quarta edizione”, commenta Massimo Isola, Assessore alla Ceramica e Presidente di Ente Ceramica Faenza. “A due mesi dalla conclusione di Argillà Italia, ecco una traccia – anzi, 120 tracce, come il numero di ciotole donate – dei tanti artigiani italiani ed europei che in quelle giornate erano a Faenza, uniti in questo progetto in cui la ceramica incontra la solidarietà. Dopo la mostra, infatti, le ciotole saranno vendute in un’asta il cui ricavato sarà devoluto quest’anno all'associazione GRD-Genitori Ragazzi Down. Tanti i soggetti che stanno lavorando con Ente Ceramica Faenza alla realizzazione di questo progetto, tra cui ricordiamo Rotary Club Faenza, all’interno di una proficua collaborazione che si sviluppa anche su altre iniziative, e Strada della Romagna, che opera per la promozione di storia, cultura, arte ed enogastronomia del territorio. Questa è l’idea chiave di Ente Ceramica Faenza: radicare la cultura ceramica in città e lavorare insieme ai soggetti attivi sul territorio. La ceramica unisce, porta cultura e solidarietà. Le passate edizioni ci hanno dato grandi soddisfazioni e siamo convinti che anche quest’anno raggiungeremo l’obiettivo”.

Orari mostra: 10-12.30 e 16-19
Asta dell'8 novembre, ore 19.30
Costi: € 50 (cena più ciotola) / € 25 (solo cena)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Si celebra il centenario di Giulio Ruffini con la mostra "L’epica popolare e l’inganno della modernità"

    • Gratis
    • dal 18 febbraio al 2 maggio 2021
    • Museo Civico delle Cappuccine

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento