Le percussioni attraversano la città: da Glen Velez alla Marching Band

  • Dove
    sedi varie - vedi programma
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 14/06/2019 al 14/06/2019
    vari orari - vedi programma
  • Prezzo
    alcuni eventi a pagamento
  • Altre Informazioni

Per la penultima giornata della rassegna Le 100 percussioni Ravenna Festival si fa addirittura in quattro. Dopo oltre una settimana di concerti e incontri la giornata di venerdì 14 giugno propone ben quattro appuntamenti.

Alle 18, al Teatro Alighieri, Terra di Nicola Sani, direttore artistico dell’Accademia Musicale Chigiana (grazie alla cui collaborazione è stata realizzata l’intera rassegna), è parte di un ciclo dedicato ai quattro elementi: “ho voluto associare al tema i due suoni primordiali dell’umanità - spiega il compositore - vale a dire il fiato e la percussione. Suoni ancestrali legati al corpo, all’origine delle culture sonore. Suoni nomadi per eccellenza, quelli che l’uomo ha sempre portato con sé in ogni sua migrazione”. Alle percussioni ci sarà Antonio Caggiano di Accademia Chigiana, mentre il live electronics è affidato a uno dei più grandi sound designer del nostro tempo: Alvise Vidolin.

In un programma che fa di Ravenna la capitale del ritmo non poteva mancare l’attraversamento del centro storico: un manipolo di percussionisti - quelli del Chigiana Percussion Ensemble - toccherà alcune delle principali vie e piazze cittadine (la zona dantesca e Piazza San Francesco, via Cairoli e Piazza del Popolo, Piazza XX Settembre, Piazza Kennedy…). Calatisi nel ruolo di Marching Band, alle 18.45 parte dei percussionisti rivolgeranno un saluto musicale all’Ardea Purpurea di Piazza della Resistenza - la monumentale fontana in mosaico di Marco Bravura - in presenza dell’artista, del Sindaco Michele de Pascale e di Cristina Mazzavillani Muti Presidente del Festival. I musicisti si uniranno poi ai propri colleghi - partiti invece dal Teatro Alighieri alle 19 -  in Piazza Kennedy per il momento conclusivo di quest’incursione musicale.

Alle 21, alle Artificerie Almagià, il riqq, il tar, la kanjira, il tamburello, il pandero, il bodhrán, il bendir sono solo una parte dell’esotico armamentario con il quale Glen Velez seduce appassionati di musica da quasi mezzo secolo. Autentico esploratore del cosmo timbrico, Velez ha dato ai tamburi a cornice il diritto di cittadinanza nella contemporaneità, guadagnando loro l’attenzione di compositori contemporanei, artisti pop, jazzisti con il pallino del folk, visionari dell’elettronica e maestri della world music. Partendo dalle rivoluzionarie composizioni di Steve Reich, senza paura di spaziare a 360 gradi e abbeverarsi alle fonti di ogni folklore, Velez ha fatto dei tamburi a cornice uno strumento d’avanguardia, grazie a una musica che è al contempo primordiale e futuribile. Lo affiancheranno Loire Cotler (cantante, tecnica della musica carnatica indiana); Paolo Rossetti (tamburi a cornice e voce) e Francesco Savoretti (percussioni mediterranee).

Alle 22.30 alla Darsena PopUp il viaggio continua con Percussion Voyager, duo formato da Maurizio Rizzuto e Matteo Scaioli nel 1998 e fra i gruppi di percussione più richiesti nei club italiani e al fianco di dj internazionali. A Ravenna Festival con uno spettacolo di percussioni e musica elettronica, i due musicisti hanno elaborato un linguaggio che coniuga esperienze di musica contemporanea, indiana, giapponese e improvvisazione jazz, miscelate sapientemente a suoni elettronici e ritmica dance; e se questo non dovesse bastare a suscitare la curiosità, c’è un imponente e originalissimo set di percussioni montate su strutture appositamente realizzate, dove ogni singolo strumento è frutto della collaborazione dei musicisti con artigiani dello Sri Lanka e del Giappone.

La rassegna Le 100 percussioni continua sabato 15 giugno con Tamburi nella notte, il concerto finale della rassegna che è anche la prima assoluta della composizione di Michele Tadini per un ensemble di sole percussioni senza precedenti nella storia della musica.

Ingresso libero per Marching Band
Biglietto per gli altri eventi: intero 12 Euro, ridotto 10 Euro
I giovani al Festival (under 18 e universitari under 30): 5 Euro

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • La stagione musicale dell'Alighieri parte con Riccardo Muti e i Wiener Philharmoniker

    • 9 maggio 2021
    • Teatro Alighieri
  • Il bar festeggia il compleanno con i live di Giancane, Bianco e tanti altri artisti

    • Gratis
    • dal 8 al 9 maggio 2021
    • Giardini della Rocca Terzo Melandri
  • Musiche e letture per il Sommo Poeta: torna "Incanto Dante"

    • 9 maggio 2021
    • Basilica di San Francesco

I più visti

  • “Aspettando Bell'Italia”: tornano in piazza le gustose tradizioni regionali

    • Gratis
    • dal 7 al 9 maggio 2021
    • Piazza della Libertà
  • Un itinerario in pineta sulle tracce del lupo

    • 9 maggio 2021
    • Fosso Ghiaia, pressi parco Primo Maggio
  • L'eterno fascino di piante e fiori si riscopre con le visite ai “Giardini segreti”

    • Gratis
    • dal 8 al 16 maggio 2021
    • sedi varie - vedi programma
  • A 30 anni dal mito: i cimeli che raccontano le imprese del “Moro di Venezia”

    • Gratis
    • dal 30 aprile al 11 maggio 2021
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento