rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Eventi Lugo

Concluso il tour del lughese Michele Fenati e dei suoi musicisti in europa

Si è chiuso a St. Martin imm Innkreis, in Austria, il tour che ha portato Michele Fenati e i suoi musicisti in Europa con il progetto I Poeti della Canzone Italiana

Si è chiuso a St. Martin imm Innkreis, in Austria, il tour che ha portato Michele Fenati e i suoi musicisti in Europa con il progetto I Poeti della Canzone Italiana. Organizzati in occasione della Settimana della lingua italiana nel mondo promossa dal Ministero degli Esteri, i quattro concerti previsti, partiti dalla città polacca Breslavia, capitale europea della Cultura 2016, sono proseguiti giovedì 20 ottobre a Praga, nello storico teatro Divadlo Na Prádle, poi venerdì 21 in Austria a Linz e domenica 23 a St. Martin imm Innkreis, sempre in Austria.

Le quattro città europee avevano infatti scelto di ospitare il progetto che propone brani di Lucio Battisti, Lucio Dalla, Fabrizio De Andrè, Paolo Conte, Giorgio Gaber, Eugenio Finardi e Piero Ciampi, con arrangiamenti per voce e chitarra, pianoforte e fisarmonica, violino e violoncello. Fenati era accompagnato da Gabriele Zanchini (pianoforte e fisarmonica), Matteo Penazzi (violino) e Antonio Cortesi (violoncello). Il bilancio di questo nuovo tour europeo è per il cantautore e interprete lughese particolarmente positivo. «Una bellissima esperienza, di musica e di vita - la definisce infatti Fenati -. Ho viaggiato in tre nazioni totalmente diverse e conosciuto tantissime persone, ma si sa, la musica è uno dei pochi strumenti che unisce. Così sia in Polonia che in Austria che in Repubblica Ceca il pubblico è stato ugualmente strepitoso e caloroso oltre ogni aspettativa. Abbiamo ottenuto a ogni concerto il tutto esaurito e lunghissimi applausi alla fine. La maggior parte del pubblico era composta naturalmente da persone non italiane, e ciò dimostra anche che la nostra musica, compresa la canzone d'autore e non soltanto quella più conosciuta, è molto amata all'estero.»

Tra i brani in assoluto più apprezzati Fenati ricorda Lo shampoo di Giorgio Gaber (cantato in italiano e nella lingua del Paese ospite), poi pezzi di Lucio Dalla e Paolo Conte, così come Vecchio frack di Domenico Modugno. Canzoni italiane, ma anche arrangiamenti per strumenti classici, abbinamento «molto apprezzato e che ha incuriosito un pubblico di tutte le età». Il programma dei concerti prevedeva anche due canzoni scritte da Fenati, Nella fantasia e Mille volte buona notte. Visto il gradimento ottenuto, a Linz è stato chiesto al cantautore lughese di preparare un intero concerto di suoi brani. «Una grande soddisfazione - sottolinea infine - che si è già tramutata in un nuovo progetto.» Hanno organizzato i concerti gli Istituti Italiani di Cultura di Breslavia e Praga, la Società Dante Alighieri nei comitati di Linz, Breslavia e Praga e la Scuola Regionale di Musica di St. Martin imm Innkreis. Progetto e tour avevano il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Ravenna e dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concluso il tour del lughese Michele Fenati e dei suoi musicisti in europa

RavennaToday è in caricamento