rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Eventi

Numeri da record per Corti da Sogni 2012: i vincitori

L’edizione 2012 di “Corti da Sogni – Antonio Ricci” segna una nuova importantissima crescita sotto il profilo artistico e del successo in termini di pubblico e gradimento

L’edizione 2012 di “Corti da Sogni – Antonio Ricci” segna una nuova importantissima crescita sotto il profilo artistico e del successo in termini di pubblico e gradimento. I numeri record del 2011 sono stati superati dall’edizione 2012 grazie agli oltre 850 nuovi iscritti al Sogni durante il festival e al numero degli spettatori complessivi che, nell’arco delle quattro giornate, è stato intorno alle 1.700 unità.

Da sottolineare inoltre il successo dell’evento speciale con la proiezione del film “Pasta nera” con il regista Alessandro Piva protagonista, intervistato dalla giornalista Annamaria Corrado, nel pomeriggio di sabato. Sempre sabato scorso, al teatro Rasi, Alberto Mazzotti ha condotto la serata finale del festival quando sono stati proclamati i vincitori. “Siamo molto soddisfatti di questa edizione del festival – commentano gli organizzatori del circolo Sogni -. I numeri sull’altissima affluenza del pubblico indicano che la formula del festival, che proponeva per quest’anno alcune importanti novità, è stata apprezzata. In particolare la scelta di fare votare il pubblico anche sul web e la proiezione di “Pasta nera” nel pomeriggio del sabato sono risultate molto gradite. Sugli 8.252 voti complessivi per Creatività in corto, molti sono giunti anche dall’estero. A tutto ciò si aggiunge che il festival ha ospitato due importanti artisti stranieri: Mary Nighy, autrice di “Small town glory”, e Martin Bargiel, autore di “Augenblicke”. Ciò ha arricchito notevolmente il festival e ci ha permesso di instaurare importanti contatti con autori emergenti del cinema europeo. Ricordiamo che Mary Nighy ha già lavorato con registi del calibro di Sophia Coppola (in “Marie Antoinette”) e John Irwin (in “L’educazione fisica delle fanciulle”). Esprimiamo grande soddisfazione per il coinvolgimento delle scuole del territorio; grazie alle collaborazioni con Fabrizio Varesco e Francesca Petrino siamo riusciti a proporre bellissimi appuntamenti con i bambini e gli studenti protagonisti”.

Ancora una volta la retrospettiva organizzata con il supporto di Rai Teche è stata molto apprezzata. I filmati sulla Ravenna degli anni Cinquanta hanno suscitato forte interesse. Questi i vincitori del festival:

European Sogni Award (miglior cortometraggio europeo): “Blue Line” (Francia) di Alain Sauma. Menzione speciale a “Small town glory” di Mary Nighy.

Sogni d’Oro (extraeuropei): “Cirage” (Senegal) di Christophe Tardy

Premio Giuseppe Maestri (cinema d’animazione): The scream (Romania) di Sebastian Cosor

Il cinema con gusto (in collaborazione con Slow Food): “Menjar casolà” (Spagna) di David Casals-Roma

Frequenze in corto (videoclip): Legacy (Germania) – Alcoholic faith mission di Bryn Chainey

Mitici critici (giuria degli studenti): “C’era un fienile” (Italia) di Beppe De Caro

Made in Italy (italiani): “Nonna si deve asciugare” di Alfredo Covelli

Creatività in corto (premio del pubblico): “Las Palmas” (Svezia) di Johannes Nyholm


Il festival internazionale di cortometraggi “Corti da Sogni” è organizzato dal circolo Sogni e dal Comune di Ravenna – assessorato alla Cultura, ufficio attività cinematografiche - con il contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, i patrocini della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Ravenna e il sostegno di Uicc (Unione italiana circoli del cinema) e Ministero per i beni e le attività culturali. “Corti da Sogni” fa parte di “Prove tecniche 2019”, il calendario di eventi e incontri predisposti dalla città di Ravenna in vista della candidatura a Capitale europea della cultura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Numeri da record per Corti da Sogni 2012: i vincitori

RavennaToday è in caricamento