Ivano Dionigi presenta “Il presente non basta” all'Ala d'Oro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Il professor Ivano Dionigi presenta il suo libro "Il presente non basta" edito da Mondadori a Lugo presso l'Ala D'Oro, venerdì 2 dicembre alle ore 21; una riflessione sulla centralità della lingua latina anche nel mondo contemporaneo, un legame culturale che unisce storia, letteratura e scienza facendole comunicare fra loro. Ad introdurre la serata il direttore del Museo Baracca Daniele Serafini. Nel libro di Dionigi, "il latino è un'antenna che ci aiuta a captare tre esperienze fondamentali: il primato della parola, la centralità del tempo e la nobiltà della politica". Come mater certa, anzi certissima, dell'italiano, il latino è sì lingua morta eppure resistente tuttora nell'uso comune. "A fronte della chiacchiera imperante e di una vera e propria anoressia del pensiero, il latino ci introduce ad una triplice eredità: il primato della parola, la centralità del tempo, la nobiltà della politica". Ivano Dionigi è stato, dal 2009 al 2015 Magnifico Rettore dell'Alma Mater Studiorum-Università di Bologna, professore ordinario di Lingua e Letteratura Latina, presidente della Pontificia Accademia di Latinità (chiamato a questo incarico in Vaticano da Benedetto XVI) e fondatore del Centro studi "La permanenza del classico": una grande storia, la sua, di filologo classico ma che porta anche un proprio messaggio scientifico. Sulla parola, sul tempo e sulla politica Dionigi ha costruito l'edificio della sua storia pubblica e privata. Successore del maestro Alfonso Traina, il latinista di nascita pesarese venne eletto consigliere comunale indipendente nelle liste del Pci a Bologna nel 1990, carica mantenuta fino al 2004. Di fronte alle suggestioni della città, da cui emerse la richiesta di candidarsi a sindaco, scelse nel 2015, l'anno in cui avrebbe lasciato il Rettorato, di fare tuttavia quello che "sapeva fare meglio", studiare e insegnare il Latino: divulgandone i precetti.

I più letti
Torna su
RavennaToday è in caricamento