rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cultura

Ravenna 2019, fervono i preparativi per Cinquetracce

L’appuntamento con Cinquetracce, il ciclo di incontri dedicati allo sviluppo e all’approfondimento dei macrotemi della candidatura di Ravenna, è ormai alle porte. Il 3 novembre è la data fissata per il primo incontro

L’appuntamento con Cinquetracce, il ciclo di incontri dedicati allo sviluppo e all’approfondimento dei macrotemi della candidatura di Ravenna, è ormai alle porte. Il 3 novembre è la data fissata per il primo incontro, a cui seguiranno altri 4 appuntamenti nei sabati successivi per chiudere il 3 dicembre. L’illustrazione dei contenuti del programma, curato dallo Staff di Ravenna 2019 e dal Comitato Artistico-Organizzativo, avrà luogo il 24 ottobre alle ore 10.30 presso la sala Corelli del Teatro Alighieri.

“Il programma della manifestazione – dichiara Alberto Cassani, Coordinatore di Ravenna 2019 – è ormai definito e nei prossimi giorni verrà reso pubblico e comunicato alla cittadinanza”. “Sin d'ora posso dire di essere molto soddisfatto del lavoro collettivo fin qui svolto: Cinquetracce promette di essere una esperienza unica per la città di Ravenna. Per la prima volta ci troveremo a discutere del futuro della città, ma anche del territorio, da una molteplicità di punti di vista, che permetteranno di aprire nuove prospettive e dimensioni per lo sviluppo della candidatura”. Gli incontri vedranno la partecipazione di esponenti del mondo culturale, artistico, economico, politico e sociale: personalità che operano sul territorio, ma anche prestigiosi ospiti internazionali. Ci saranno momenti di confronto e riflessione collettiva, attraverso dialoghi, parole, immagini, suoni, che stimoleranno la costruzione di visioni e progetti, ovvero tracce per la Ravenna del futuro.


Nel frattempo le organizzazioni culturali e i cittadini interessati sono invitati a partecipare al secondo incontro sulle capitali europee della cultura. Dopo l'appuntamento dedicato ai casi di Tallinn e Turku, attuali capitali europee della cultura, sabato 22 ottobre (Sala D'Attorre, ore 17.00) saranno affrontati i casi di Marsiglia e San Sebastian, città insignite del titolo rispettivamente nel 2013 e nel 2016. “Si tratta di due esperienze molto interessanti per la nostra candidatura – spiega Nadia Carboni, che curerà l’incontro assieme a Marcella Montanari dello Staff 2019 – poiché parliamo di due città che rappresentano paesi culturalmente molto vicini al nostro e che hanno vinto una competizione accesa, così come promette di essere quella italiana”. Sarà pertanto stimolante conoscere le strategie, le progettualità, gli strumenti e i metodi messi in campo dalle due città, risultate vincitrici di una competizione che ha visto gareggiare 8 candidate in Francia e ben 15 in Spagna. La candidatura di Ravenna, infine, sarà oggetto di un incontro organizzato dal Comitato Artistico-Organizzativo di Faenza con il mondo culturale della città manfreda. L'iniziativa, che si svolgerà venerdì 21 ottobre alle ore 18 presso la Sala Verde della Residenza Municipale di Faenza, sarà un’altra occasione per rendere la candidatura di Ravenna una esperienza sempre più condivisa ed estesa molecolarmente sul territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna 2019, fervono i preparativi per Cinquetracce

RavennaToday è in caricamento