menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal riciclo nascono le opere di ingegno: l'azienda premia gli studenti dell'Isia

Il progetto "I’m a dreamer" lanciato da Dorelan assegna due menzioni speciali agli studenti dell'istituto faentino

Dal riciclo all'artigianato. Era questo l'obiettivo di "I’m a dreamer: sogno-riciclo-creo", il progetto sociale promosso dal gruppo B&T Spa di cui fa parte Dorelan, che prevede il riutilizzo di tessuti e materiali provenienti da materassi e letti dell’azienda romagnola, trasformati in una collezione di 6 differenti tipologie di prodotto pronte per la commercializzazione. Un progetto a cui hanno partecipato con successo anche gli studenti dell'Isia di Faenza.

Ogni creazione è frutto di un lavoro di squadra che vede Dorelan a fianco di CavaRei, impresa sociale che gestisce servizi educativi e produttivi nel territorio forlivese, del Sistema Moda dell’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì e di ISIA Faenza, istituzione universitaria di primo piano nell’ambito del design, che ha partecipato occupandosi della comunicazione attraverso un workshop con gli studenti del 2° e 3° anno del Triennio (I livello). 

Il workshop di ISIA Faenza, sviluppato nel corso dell’anno accademico 2019/2020, si è incentrato su un’attività di ricerca e progettazione atta a migliorare gli attuali touch point del progetto I’m a dreamer con l’obiettivo di farlo conoscere al pubblico e alla stampa e di stimolarne l’acquisto.

“Il ruolo degli studenti ISIA è stato quello di raccontare il progetto I’m a dreamer attraverso le immagini, avvalendosi di fotografia, video e illustrazione, contestualizzandole poi in una campagna di comunicazione.” – racconta Laura Liverani, docente di Fotografia all’ISIA di Faenza, che insieme al collega Tiziano Cremonini, docente di Illustrazione, ha seguito il workshop sulla comunicazione del progetto – “Per tutti è stato fondamentale fare emergere la dimensione sociale e partecipativa del progetto Dorelan/Cavarei, rendendo visibili le persone che stanno dietro gli oggetti”.

Tra i sette progetti presentati, è risultato vincitore quello realizzato dagli studenti Alex Barzanti, Dalila Cappelletta, Rachele Giovannini, Pasquale Stanzione, Nicole Tedeschi, che hanno ricevuto un contributo dalla Dorelan.

La commissione giudicatrice, composta dal direttore di ISIA Faenza Marinella Paderni, e dai rappresentanti di B&T Spa Giulia Ventrucci e Cesare Bazzoni, ha ritenuto la proposta migliore “per coerenza con i valori e l’identità del progetto I’m a dreamer, per il suo sviluppo e la sua valorizzazione concettuale e comunicativa. È stata particolarmente apprezzata la freschezza unita all’eleganza e all’originalità della resa finale”.

Due menzioni speciali sono state assegnate rispettivamente ai progetti di Lorenzo Volpe (“per l’originalità e la scelta di vari sunti all’interno del linguaggio comunicativo”) e di Benedetta Zannarini (“per la connessione tra l’immagine del prodotto e il suo valore e per la poeticità nella resa dl linguaggio comunicativo”).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento