Martedì, 28 Settembre 2021
Eventi

Dante teologo e profeta della libertà: partono le conferenze online dedicate al poeta

Il ciclo prevede la pubblicazione dei cinque appuntamenti registrato nella Basilica di San Francesco e curato dal prof. Alberto Casalboni

Tra le numerose iniziative che Ravenna promuove in occasione del Dantedì, la Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri, il 25 marzo – data che gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia – uno spazio sarà dedicato alla riflessione sull’itinerario del pensiero spirituale, teologico e civile di Dante. 

In occasione del Dantedì sarà infatti online sui siti www.vivadante.it, www.centrodantesco.it, www.romagnacamaldoli.it, il trailer che presenta “Dante teologo e profeta della libertà”, il ciclo di conferenze registrato nella Basilica di San Francesco e curato dal Prof. Alberto Casalboni, un viaggio attraverso le virtù umane e cristiane che propone un ampio panorama di valori civili e religiosi. L’iniziativa prevede la pubblicazione delle cinque conferenze registrate sugli stessi siti nei seguenti mercoledì: 31 marzo, 7, 14, 21 e 28 aprile.

Questa la successione dei temi delle conferenze. Il 31 marzo “la cultura teologica di Dante” dimostrerà quanto Dante conoscesse la dottrina e la sua incarnazione nella vita pratica della Chiesa, i valori evangelici e il grande esempio di due figure emblematiche come Francesco e Domenico. Il 7 aprile con “Conoscere per aver sperimentato” il viaggio di Dante allarga gli orizzonti trasformandosi in itinerarium mentis in Deum.  Il 14 aprile ne “Il fondamento dei valori dell’uomo” gli incontri e i caratteri evidenziano i tanti valori umani che si esplicano nei rapporti sociali, a cominciare dalla libertà. Il 21 “Il segno della fede del cristiano” ovvero il fondamento del vivere cristiano spinge al discernimento della volontà divina mediante studio delle Scritture, distacco dal mondo e umiltà di spirito.

L’ultima registrazione, on line dal 28 aprile “L’indipendenza dei due poteri” partirà dall’immagine dell’Aquila, figura del potere civile, che si rivolge a Dio perché volga uno sguardo pietoso in terra e ponga rimedio al sacerdotalismo che ha fagocitato ogni potere, sostituito alla giustizia il privilegio, corrotto le istituzioni religiose e civili. 

Il percorso di approfondimento si concluderà in presenza – se le norme anti Covid-19 lo permetteranno – in data da definire, sempre nella Basilica che ospitò i funerali del Sommo Poeta con la conversazione del professor, padre Ubaldo Cortoni, monaco camaldolese e teologo, dal titolo "Dante, il Ghibellin fuggiasco" (Ugo Foscolo, Dei Sepolcri, v. 174). Ove le condizioni non lo permettessero, anche questa conferenza sarà registrata e inserita nei suddetti siti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dante teologo e profeta della libertà: partono le conferenze online dedicate al poeta

RavennaToday è in caricamento