Dialogo interreligioso: lo spettacolo “Simeone e Samir"

Ultimo appuntamento a Faenza del 2° Festival itinerante del dialogo interculturale e interreligioso con "Non c'è futuro senza fratellanza e solidarietà". Venerdì 6 dicembre, alle ore 20.45, presso la Casa del Teatro in via Oberdan 7, prende vita “Simeone e Samir: dialoghi notturni tra un cristiano e un musulmano" spettacolo teatrale di Alessandro Berti. Tratto dall'omonimo libro di fratel Ignazio De Francesco, monaco della Piccola Famiglia dell'Annunziata, la comunità fondata da Giuseppe Dossetti a Montesole (Marzabotto).

L'iniziativa è promossa dall'Unione della Romagna Faentina in collaborazione con il Tavolo del dialogo interreligioso e la Diocesi di Faenza-Modigliana con il contributo della Regione Emilia-Romagna. Ingresso offerta libera.

Il una notte di tempesta, alla vigilia di una grande battaglia campale tra l’esercito dei soldati cristiani e quello dei soldati musulmani, due uomini in fuga da quegli accampamenti si rifugiano in una grotta del deserto, dimora di un eremita.
Sono un medico cristiano e uno schiavo musulmano. La convivenza forzata in quella vigilia di guerra li porta a conoscersi, dialogare sul senso della vita, sul perché delle guerre e sul modo di risolverle.
È questa la cornice narrativa che vuole avvincere gli spettatori e portarli a riflettere su temi importanti, cruciali per la vita di tutti i giorni.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento