rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Eventi

Human Rights Nights al Campus di Ravenna: serie di incontri

“Con questa iniziativa – ha sottolineato il professor Gustavo Gozzi, direttore del Master in Diritti umani, migrazioni e sviluppo – Ravenna si candida a essere sede dell’Alma Mater per quanto riguarda i temi dei diritti umani"

Mercoledì torna a Ravenna un evento del Human Rights Nights, promosso dal Campus di Ravenna con il patrocinio del Master in Diritti Umani, migrazioni, sviluppo, e il supporto di Fondazione Flaminia. L’iniziativa, che si terrà a palazzo dei Congressi, prevede la proiezione di tre pellicole sul tema dei diritti umani. L’evento si aprirà alle 10 con il film Common Ground (Italia/2015 di Alice Musi e Federico Bizzarrini), racconto di uno degli eventi più tragici del XX secolo: Metz Yeghern, il genocidio del popolo armeno da parte della Turchia ottomana. La proiezione sarà introdotta da Baykar Sivazliyan, presidente dell’Unione degli Armeni d’Italia. Al termine, è in programma l’incontro e dibattito con la regista Alice Musi.

Alle 15 sarà la volta della pellicola Silvered Water (Francia, Siria 2014 di Ossama Mohammed e Wiam Simav Bedirxan), sconvolgente cronaca dell’inferno della guerra e della distruzione, in atto, della città assediata di Homs. La proiezione sarà introdotta dal prof. Gustavo Gozzi, direttore del Master in diritti umani, migrazioni e sviluppo, e da Giulia Grassilli, presidente di Human Rights Nights. Al termine della proiezione è previsto l’intervento di Massimiliano Trentin dell’Università di Bologna. Human Rights Nights si chiuderà con l’ultima proiezione in programma alle 17, Finding Fela! (Usa 2014 di Alex Gibny), documentario sulla vita, la musica e l’enorme influenza culturale dell’artista iconoclasta, rivoluzionario e attivista nigeriano Fela Kuti, inventore del genere afrobeat, a lungo perseguitato per le sue idee politiche. Il film sarà introdotto da Guglielmo Pagnozzi del Laboratorio Sociale Afrobeat. 

“Con questa iniziativa – ha sottolineato il professor Gustavo Gozzi, direttore del Master in Diritti umani, migrazioni e sviluppo – Ravenna si candida a essere sede dell’Alma Mater per quanto riguarda i temi dei diritti umani: qui infatti si tengono già un master e un corso di laurea magistrale dedicati a queste tematiche. Il nostro intento è di far crescere questo evento proponendo nei prossimi anni edizioni ravennati sempre più ricche e interessanti rivolte agli studenti e alla città. La prospettiva dei diritti umani consente di affrontare i problemi della realtà contemporanea proponendo possibili soluzioni ai conflitti del nostro tempo e individuando un fondamento comune per la convivenza e il rispetto delle differenze”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Human Rights Nights al Campus di Ravenna: serie di incontri

RavennaToday è in caricamento