rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Eventi Cervia

È a Cervia il primo porto intitolato al beato Giovanni Paolo II

La cerimonia di intitolazione del porto di Cervia al beato Giovanni Paolo II apre solennemente la più importante festa cittadina che sarà interamente dedicata al papa Wojtyla che l'11 maggio di 27 anni fa celebrò lo Sposalizio del Mare

La cerimonia di intitolazione del porto di Cervia al beato Giovanni Paolo II apre solennemente la più importante festa cittadina che sarà interamente dedicata al papa Wojtyla che l’11 maggio di 27 anni fa celebrò lo Sposalizio del Mare. Il porto di Cervia è il primo porto ad essere intitolato al beato Giovanni Paolo II. Sabato mattina,  sarà l’arcivescovo di Ravenna e Cervia, Lorenzo Ghizzoni, assieme al sindaco di Cervia Roberto Zoffoli a celebrare, alle ore 11, la cerimonia di intitolazione.

“Cervia è profondamente legata a Giovanni Paolo II – dichiara il sindaco Roberto Zoffoli - tanto che il Consiglio Comunale mi ha chiesto di trovare un luogo pubblico da intitolargli, degno del suo nome e della sua figura. Abbiamo scelto il porto, la parte più preziosa della nostra città e abbiamo deciso di farlo durante il nostro Sposalizio del mare e nei giorni immediatamente vicini alla festa dell’Europa, tema che fu molto caro a papa Wojtyla e che ricorre proprio il 9 maggio”. Anche per questo al fianco della città di Cervia, a ricordare il Papa polacco, ci sarà la città gemellata di Jelenia Góra, ospite d’onore in questa 569^ edizione dello Sposalizio, che sarà celebrato per la prima volta dal nuovo Arcivescovo di Ravenna e Cervia, monsignor Lorenzo Ghizzoni.

La cerimonia di sabato mattina prevede anche l’intitolazione del monumento degli uomini e delle donne del mare, a cura del Circolo dei pescatori La Pantofla.

Il programma dello Sposalizio prevede anche, alle 21.00 nel Magazzino del sale, la serata dedicata alla storica vista pastorale dal titolo Quando Cervia incontrò il Papa. Momenti solenni e scambi dei doni rinnoveranno l’amicizia tra Cervia e la polacca Jelenia Gòra, legate dal gemellaggio che le unisce dagli anni ’70. Della delegazione polacca fanno parte il vice-sindaco, vice presidente del consiglio comunale, il consigliere responsabile di Turismo e Cultura, un rappresentante della scuola alberghiera e il gruppo "The Mountain Spirit Partnership Foundation"  che porta a Cervia i prodotti tipici polacchi. Momento clou della serata è la proiezione del film documentario “Ho benedetto il mare come si benedice la casa” dedicato alla venuta del Papa e  al suo rapporto con la gente. Il filmato propone immagini di repertorio che ricordano quel momento e un’emozionante carrellata di testimoni dell’epoca, tra cui un’intervista al cardinale Ersilio Tonini, che ricorda quei giorni con grande emozione e altre testimonianze come quella del pescatore dell’anello gettato tra i flutti da Giovanni Paolo II in quell’11 maggio 1986.  Il documentario è ideato e realizzato dal regista Andrea Masoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È a Cervia il primo porto intitolato al beato Giovanni Paolo II

RavennaToday è in caricamento