Espressioni Liberty in ferro battuto. Le opere di Mazzucotelli, Gambini e Sommaruga

Arrivano a Cervia le “Espressioni Liberty in ferro battuto. Mazzucotelli, Gambini e Sommaruga” dal 9 al 19 dicembre 2019. Una spettacolare mostra ai Magazzini del Sale, ampia indagine sull’arte Liberty italiana incentrata sull’artigianato del ferro battuto.

Tre sezioni che vedono riunite quasi cento opere: suggestive fotografie d’epoca e attuali, sculture in ferro battuto, progetti architettonici e decorativi, selezionatissimi prestiti provenienti da straordinarie Collezioni private. Molti di questi prestiti sono frutto dei più recenti studi e escono dalle collezioni mostrandosi al grande pubblico per la prima volta.
Ogni sezione della mostra – dedicata ai tre autori protagonisti: Alessandro Mazzucoletti, Silvio Gambini e Giuseppe Sommaruga – mette in luce l’alternanza tra i due volti del Liberty italiano: quella propriamente architettonico e quello scultoreo tra una manifattura floreale nell’opera di Gambini e Mazzucoltelli come la lampada delle libellule e quella “modernista”, più inquieta e vicina a influenze europee a firma di Giuseppe Sommaruga.

“All’interno della corrente artistica Art Nouveau, contraddistinta con il termine Liberty, modernista o stile floreale in Italia – anticipa il Curatore Andrea Speziali – ho voluto porre i riflettori sull’artigianato di questa seducente arte focalizzando l’attenzione sul ferro battuto che ancora oggi vede sopravvissuti pregiati manufatti a partire dalle cancellate delle ville, ai ferri decorativi di villini e palazzi. In mostra anche testimoni anche di cancellate in ferro battuto demolite durante la guerra per la fabbricazione di armi. Si tratta di una prima esposizione che va ad indagare le molteplici sfaccettature dell’arte Liberty nel ferro battuto con il susseguirsi di altre date in cui approfondire da vicino con simbolici esempi dello stile le arti applicate, grafiche, pittoriche, scultoree e architettoniche”.

Il percorso della mostra si sviluppa secondo una scansione di soggetti quali manufatti decorativi in ferro battuto per interni ed esterni. I tre autori Alesandro Mazzucotelli, Silvio Gambini e Giuseppe Sommaruga entrano in sinergia tra di loro come progettisti e realizzatori diretti dei ferri battuti per la decorazione d’architettura.
Una chiave inconsueta che rivela, entrando nel vivo del “fare” e nella mente dell’artista, la vera essenza concettuale e espressiva del Liberty, un movimento, una tendenza e una moda che, a distanza di più di cento anni, non ha ancora esaurito il suo potere seduttivo.

La mostra “Espressioni Liberty in Ferro battuto” organizzata dall’associazione Italia Liberty intende quindi dare il giusto valore all’artigianato del ferro battuto, - commenta il curatore. Infatti ci sarà anche un workshop con un artigiano che spiega la lavorazione del ferro battuto cercando di dialogare con il fruitore comune sulla difficoltà odierna nel realizzare certi manufatti, come ad esempio lo scalone in ferro battuto di Palazzo Castigioni, tra i più belli e prestigiosi di Milano o le foglie, api e farfalle di Mazzucotelli fino alle libellule nelle lampade di Gambini, quest’ultimo una riscoperta di una parte del Novecento. L’artista Silvio Gambini dimenticato dalla critica emerge nel fascinoso contesto dei Magazzini del Sale di Cervia con capolavori inediti rimasti nelle viuzze silenziose di Busto Arsizio.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Si celebra il centenario di Giulio Ruffini con la mostra "L’epica popolare e l’inganno della modernità"

    • Gratis
    • dal 18 febbraio al 2 maggio 2021
    • Museo Civico delle Cappuccine

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento