Mercoledì, 19 Maggio 2021
Eventi

Cinema, musica e street art per raccontare le donne

Al via un ricco calendario per celebrare la festa della donna 2019 tra concerti, mostre, proiezioni e convegni organizzati da Sos Donna Faenza

Cinema, concerti e opere murali compongono il ricco cartellone di eventi che Sos Donna Faenza propone nel 2019 per la ricorrenza dell'Otto marzo, la giornata mondiale dedicata alla donna, che quest’anno coincide con il 25° anno di nascita dell’Associazione.

Un calendario che si allarga dall'inizio alla metà di marzo con vari appuntaenti per raccontare le donne attraverso, mostre, musica, cinema e street art.

Si comincia sabato 2 marzo alle ore 21.30 presso Piccadilly (Via Cavour 11) con la serata “Onda Rosa Indipendente – La Musica al Femminile”. 

La giornata di venerdì 8 marzo sarà trascorsa dalle volontarie di Sos Donna, come ogni anno, a distribuire le mimose offerte da Conad “La Filanda” alle clienti del proprio supermercato, per sollecitare e sensibilizzare ancora una volta la cittadinanza ad una riflessione sulla violenza alle donne. La campagna dal titolo “Conad sta con SOS Donna” prevede la presenza delle volontarie di SOS Donna presso il punto informativo posto all’interno del supermercato, dalle ore 8.00 alle ore 20.00; verranno offerti fiori alle donne e fornite eventuali informazioni in merito al Centro antiviolenza di Faenza. 

Sempre venerdì 8 marzo alle ore 21 presso la Chiesa di Santa Maria della Misericordia (Via Emilia Interna 86/A) a Castel Bolognese è la volta di concerto “Allo specchio”, inserito nella Rassegna ARMONIE 2019. Si esibiranno Marta Celli, arpa celtica e voce, con Anna Forlivesi, arpa celtica, voce, chitarra e flauti. L’ingresso è offerta libera a favore dell’Associazione SOS Donna – Centro Antiviolenza di Faenza.

Venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 marzo alla Galleria Comunale d’Arte di Faenza (Voltone della Molinella) si terrà “FUTURA: una mostra di donne per le donne”. Il Rotaract Club Faenza invita ad un evento volto a sensibilizzare l’opinione pubblica e aiutare le donne vittime di violenza. Un’esposizione di opere d’arte create da ceramiste donne faentine. La mostra sarà aperta l’8 marzo alle ore 17 ed inaugurata alle ore 18, con aperitivo e concerto Cherry Notes – Swing Trio. Orari di apertura mostra: 9 Marzo ore 10-13.30 e 15-19.30; 10 Marzo ore 10-13 e 15-19.30. Domenica 10 Marzo alle ore 17 si terrà un’asta finale di beneficenza, il cui ricavato sarà donato all’Associazione SOS Donna, Centro Antiviolenza di Faenza.

Inoltre sabato 9 marzo alle ore 17.00 avrà inizio l’inaugurazione itinerante del murales nato dal progetto “Mai più donne con le spalle al muro”. L’Associazione SOS Donna, in collaborazione con Distretto A, ha promosso la realizzazione di un’opera murale a tema femminile: un riconoscimento del coraggio, della forza e dell’impegno che le donne accolte dal centro antiviolenza di Faenza in venticinque anni di attività, mettono quotidianamente nei loro percorsi di uscita dalla violenza.  L’opera realizzata dall’artista francese Coquelicot Mafille verrà inaugurata tramite un percorso itinerante che partirà alle ore 17.00 da piazzetta Carlo Zauli e condurrà gli spettatori fin sotto il murales, attraversando cortili e piazze del Distretto A: ad ogni tappa la storia di una donna, narrata dalle volontarie di SOS Donna e Compagnia delle Feste. Al termine delle letture verrà offerto un aperitivo di inaugurazione dell’opera accoglierà tutti/e i/le partecipanti. 

Martedì 12 marzo alle 20.30, il ritrovo è al cinema Sarti (via Scaletta 10) per una serata conviviale. Dapprima buffet in piedi con le specialità realizzate dalle volontarie dell’associazione, poi tutte e tutti in poltrona davanti allo schermo per assistere alla proiezione di “Montparnasse - Femminile singolare”, un film del 2017, diretto da Léonor Séraille, con Laetitia Dosch, Grégoire Monsaingeon, Souleymane Seye Ndiaye, Léonie Simaga, Nathalie Richard. Paula non sa fare niente a parte essere se stessa ed è già incredibile. Rientrata a Parigi dal Messico dopo una lunga assenza, fatica a ritrovarsi e a ritrovare una città che sente ostile. Ostile con la gente, con lei, lasciata dal fidanzato fotografo di cui per anni è stata la musa. Porte chiuse, un gatto in una scatola, niente in tasca, nessuna competenza, zero progetti, Paula vaga per la giungla urbana in cerca di un amico e di un lavoro. L’ingresso alla serata è a offerta libera e il ricavato andrà a finanziare le attività del Centro Antiviolenza SOS Donna di Faenza.

Venerdì 15 Marzo alle ore 20.30 presso l’Antico Convento dell’Osservanza (Via Fratelli Cardinali Cicognani 34, ingresso Via Masironi) a Brisighella avrà luogo la conferenza dal titolo “Bambina, ragazza, donna... quando l’oggi fa male”, con interventi di: Silvia Gentilini Vice-questore Dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Faenza; Antonietta Petrone Capitano Comandante della Compagnia Carabinieri di Faenza; Raffaella Meregalli SOS Donna, Centro Antiviolenza di Faenza; Adeline Sita Traore richiedente protezione internazionale, cittadina del Burkina Faso, già presidente in patria della Ong Art-Coton, attiva nel campo dell'emancipazione femminile; Claudia Gatta Assessora Politiche Sociali e Abitative - Politiche e Cultura di Genere Comune di Faenza e Angela Esposito Vice Sindaco Comune di Brisighella. La serata è organizzata in collaborazione con A.N.P.I. – Brisighella.

Sabato 16 Marzo alle ore 17 presso la Sala Comunale San Giovanni (ex chiesa San Giovanni Battista, Via Giuseppe Verdi 5) a Riolo Terme avrà luogo il convegno “Violenza di genere: l’amore che fa male...”. Il Lions Club della Valle del Senio presenta il convegno durante il quale interverranno: Antonella Oriani, Presidente dell’Associazione SOS Donna, Centro Antiviolenza di Faenza; Valentina Montuschi, psicologa e psicoterapeuta, responsabile del supporto a minori vittime di violenza e violenza assistita per l’Associazione SOS Donna. Modera Sonia Alvisi, Consigliera regionale di Parità per l’Emilia-Romagna. Seguirà un buffet per tutti gli intervenuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema, musica e street art per raccontare le donne

RavennaToday è in caricamento