Una "Via Crucis" contro lo sfruttamento della prostituzione

Una Via Crucis di solidarietà e preghiera in favore delle donne vittime di tratta, prostituzione e violenza: è quella organizzata per la sera di venerdì 8 marzo a Faenza, in occasione della giornata internazionale della donna. Punto di ritrovo per i fedeli sarà la Chiesa Parrocchiale di San Savino dedicata alla Beata Vergine del Paradiso, alle 20.30; l’evento di solidarietà e preghiera attraverserà poi la via Emilia per arrivare alle 22.30 circa alla parrocchia di San Procolo alla Pieve Ponte.

La Via Crucis è organizzata per il secondo anno consecutivo dalla Comunità Papa Giovanni XXIII e dalle Parrocchie dell'Unità pastorale "Mater Ecclesiae" di Faenza. La Comunità Papa Giovanni XXIII in 30 anni di attività ha liberato dalla strada e accolto oltre 7000 ragazze vittime del racket della prostituzione. Ogni settimana è presente con 28 unità di strada e 120 volontari per incontrare le persone che si prostituiscono. Promuove, insieme ad un cartello di associazioni - tra cui Cisl, Agesci, Azione Cattolica, Forum Famiglie, Rinnovamento dello Spirito - l'iniziativa "Questo è il mio Corpo", campagna di liberazione per le vittime della tratta e della prostituzione. La proposta, ispirata al modello nordico, ha l'obiettivo di ridurre sensibilmente il fenomeno colpendo la domanda e sanzionando i clienti delle persone che si prostituiscono.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Falò, tradizioni popolari e favole in streaming per celebrare i Lom a Merz

    • Gratis
    • dal 26 febbraio al 3 marzo 2021
    • online

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento