Spettacoli, mostre e approfondimenti alla Festa della Cooperazione

Sono come sempre i soci e le cooperative i veri protagonisti della Festa della Cooperazione di Bagnacavallo giunta alla 42esima edizione. La manifestazione, che comincia venerdì 26 aprile alle 18 con il taglio del nastro alla presenza del Sindaco di Bagnacavallo e l’inaugurazione della mostra fotografica "Doni e colori della terra" di Marco Baldelli e Piero Vespignani, e con le ceramiche della “Signora Maria” di Anna Tazzari, si svolge nell’area dello stabilimento Agrintesa di via Boncellino con alcune “puntate” in altri luoghi rappresentativi del movimento cooperativo a pochi passi da Agrintesa.

Gli approfondimenti

Oltre ai tanti momenti di festa sono in programma alcuni approfondimenti dedicati a tematiche particolarmente care al territorio e al movimento cooperativo. Si comincia lo stesso venerdì con, alle 18.30, il convegno ad Agrintesa "Come intercettare i consumi" a cura di Pier Franco Casadio, direttore commerciale Horeca di Conserve Italia. Lunedì 29 aprile invece, presso Casa Conti Guidi, alle 21 il villanovese Venerino Poletti, pneumologo e presidente dell’Aipo (Associazione Italiana Pneumologi Italiani) terrà un convegno sul tema "Aggiornamenti sulle malattie polmonari: prevenzione, cura e ricerca". Si tornerà invece a parlare di cooperazione martedì 30 aprile quando, dopo la S. Messa nella piazzetta di via Roma e la tradizionale processione con l’effige della Madonna del Lavoro fino ai locali Agrintesa, il giornalista Elio Pezzi presenterà il suo libro dedicato al cooperatore bagnacavallese Giuseppe Calderoni (ore 21.15 c/o Casa Conti Guidi). Sarà invece ad Agrintesa l’ultimo approfondimento organizzato in occasione della Festa: giovedì 2 maggio, alle 20.30, si parlerà di "Nuovi piani di irrigazione" grazie al contributo dei vertici del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale.

La festa per tutti

Nelle giornate di domenica 28 aprile e mercoledì 1° maggio sarà festa per i soci delle cooperative, le loro famiglie e i tanti cittadini di Bagnacavallo che, da oltre 40 anni, frequentano in massa questa Festa che rappresenta un appuntamento imperdibile per la città.

Domenica 28 si comincia alle 14 con l’apertura degli stand, delle mostre, dei mercatini agroalimentari e della pesca di beneficenza. Nel pomeriggio intrattenimento musicale con Paolo e Stefano, Gimkana trattoristica, esibizione di ginnastica artistica del gruppo di Bagnacavallo, esibizione degli sbandieratori del Rione Nero di Faenza e pizza della cooperazione cotta nel forno a legna per tutti. Per i più piccoli trucca-bimbi, animazione e scivoli gonfiabili. In serata, come da tradizione, nei locali ex Cobar (di fronte ad Agrintesa) è in programma la commedia dialettale L’Amor a cura della compagnia CDT La Rumagnola.

Mercoledì 1° maggio, giornata clou della Festa della Cooperazione di Bagnacavallo, i cancelli di Agrintesa apriranno alle ore 8 con l’esposizione degli animali e delle macchine agricole. Alle 10, come di consueto, si svolgerà la Santa Messa che, quest’anno, sarà celebrata da Mario Toso, Vescovo di Faenza e Modigliana. Seguiranno la benedizione delle macchine agricole e industriali e il rinfresco per tutti. Dopo, il Pranzo della Cooperazione al quale tutti, prenotandosi allo 0545 61782, possono partecipare, ricomincia la festa ad Agrintesa con apertura degli stand, delle mostre, dei mercatini agroalimentari e della Pesca di Beneficenza. Seguiranno lo spettacolo de I Diavoli della Frusta, il motoraduno di Harley Davidson e custom e la pizza della cooperazione cotta nel forno a legna per tutti. Per i più piccoli le scuole salesiane Istituto Maria Ausiliatrice di Lugo e Fondazione Asilo Azzaroli di Sant’Agata sul Santerno; “La Fattoreia de Fre’ Cerco”, le oche, i conigli, le caprette ed altri animali ammaestrati; scivoli gonfiabili gratuiti; trucca-bimbi e animazione.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • La Festa della Donna si celebra con una primula

    • 8 marzo 2021
    • Centro Commerciale Le Cicogne
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento