Festa di San Michele a Bagnacavallo: le prime proposte gastronomiche delle osterie

Sulla pagina Facebook 'Festa di San Michele' e nell'Ufficio Turismo di piazza della Libertà 5 sono consultabili tutti i menu

Otto osterie gestite dalle associazioni di volontariato e sportive bagnacavallesi e dieci punti di ristoro accompagneranno con le loro specialità gastronomiche le iniziative dell'edizione 2016 della Festa di San Michele, in programma a Bagnacavallo da mercoledì a domenica. Si andrà dal menu romagnolo ai piatti vegetariani, dal pesce alla selvaggina, dal cibo di strada alla carne alla griglia.

Quattro osterie saranno aperte già da martedì. La cicala dell'Associazione Calcio Bagnacavallo nella nuova sede di via Di Vittorio avrà tante proposte di primi e secondi, dai tortelloni burro e salvia allo stinco di maiale al forno con patate. La vecchia cantina dell'associazione Amici di Neresheim a Palazzo Massari presenterà un'ampia scelta di piatti ispirati ai sapori d'autunno e l'Ustareja L'Azdôra del centro sociale Amici dell'Abbondanza servirà pasta fatta in casa, grigliate, stufati e piatti vegetariani. L'osteria I sapori della musica, gestita dagli Amici della Musica di Traversara nell'ex mercato coperto di via Baracca, assocerà la musica alle sue specialità d'autunno. 

Mercoledì, giorno di inaugurazione della Festa di San Michele, la proposta gastronomica si completerà con le altre quattro osterie. Al Parco delle Cappuccine, presso il parco delle Cappuccine di via Berti, l'associazione Traversara in Fiore preparerà la costata alla brace e piatti della tradizione romagnola. Una penna per la scuola dell'associazione Tutti per la Scuola servirà nei suoi spazi presso l'ex stabilimento Manzani di via Minella piatti tradizionali e creativi, assieme a menu per bambini, proposte vegetariane e aperitivi.

L'osteria Mucho gusto di Operazione Mato Grosso e Parrocchia di San Michele e San Pietro nel cortile interno della chiesa del Carmine proporrà primi e secondi romagnoli, pesce fritto, piatti vegetariani e per intolleranze alimentari. Infine, la Locanda dell'Arcangelo della Parrocchia di San Michele e San Pietro servirà al circolo Frassati piatti tipici della cucina romagnola dagli antipasti ai dessert, accanto a piatti vegetariani e per celiaci.

Le osterie saranno aperte fino a domenica. Sulla pagina Facebook 'Festa di San Michele' e nell'Ufficio Turismo di piazza della Libertà 5 sono consultabili tutti i menu. Passeggiando nel centro storico nelle giornate della festa si potrà sostare per un aperitivo o una cena veloce nei punti gastronomici delle associazioni e in piazza della Libertà ci sarà Bere Bagnacavallo, degustazione dei vini del consorzio Il Bagnacavallo. Forni e pasticcerie stanno già preparando il Dolce di San Michele e locali e ristoranti della città proporranno le loro gustose specialità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

  • A soli 23 anni fa volare centinaia di persone nel mondo: "Ma quando decollo dal cielo cerco sempre Cervia"

  • Travolto da un'auto mentre attraversa la strada: anziano in condizioni gravissime

  • Il cuore batte all'impazzata, salvato dallo smartwatch: scoperta una tachicardia ventricolare

Torna su
RavennaToday è in caricamento