"Giovani in Musica", ultimo appuntamento con i talenti dell'Istituto Verdi

Si conclude la XVI edizione della rassegna Giovani in Musica, il palcoscenico che l’Associazione Musicale Angelo Mariani mette a disposizione dei giovani talenti ravennati, e non solo, proponendo loro un’importante esperienza formativa e professionale.

Martedì 27 ottobre, eccezionalmente alle ore 21, alla Sala Corelli del Teatro Alighieri saranno protagonisti I Cameristi dell’ISSM “Giuseppe Verdi” di Ravenna, con il concerto “Voce e respiro”, sotto la direzione di Stefano Franceschini. L’ensemble di fiati è composto da Giacomo Parini e Serena Giuri al flauto, Antonio Maio all’oboe, Michele Fontana e Marcello Zinzani al clarinetto, Tommaso Casadio al corno, Michele Zaccarini e Alex Rossi al fagotto. Aprirà il programma la Suite n. 1 for wind instruments di Theodore Dubois, compositore francese attivo a Parigi nella seconda metà dell’Ottocento, vincitore del prestigioso Prix de Rome nel 1861, organista e didatta: sono ancora oggi in uso, infatti, le sue opere teoriche come il “Trattato di contrappunto e fuga” e il “Trattato d'armonia teorica e pratica”.

A seguire, di Louis Spohr, “Das Heimliche Lied” e “Zwiegesang” dal ciclo “Sechs deutsche Lieder” per voce, clarinetto e pianoforte, con il soprano Alejandra Meza e Filippo Bittasi al pianoforte. Il compositore tedesco, noto per il suo contributo alla tecnica violinistica e alla definizione della figura del direttore d’orchestra, compose i “Sechs deutsche lieder” nel 1837 come frutto del suo studio sull’accompagnamento musicale della voce. Ancora un brano cantato con “Frauenliebe und leben” op. 82 per voce, clarinetto e pianoforte di Franz Lachner, affidato al soprano Laura Zecchini. Lachner fu il primo direttore generale musicale della Bayerisches Staatsorchester, dal1836 al 1867, e compositore prolifico e stimato, tuttavia le sue opere, che risentono dell’influenza di Beethoven e Schubert, godono oggi di minore notorietà. A conclusione del programma, la Suite n. 2 di Theodore Dubois, in cinque movimenti: “Ronde des archers”, “Chanson Lesbienne”, “Petite valse”, “Stella matutina” e “Menuet”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Kate Moss, Naomi Campbell, Rihanna e Ravenna: al Mar i grandi scatti di Paolo Roversi

    • dal 10 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Prosegue la mostra "Tesori ritrovati. Il banchetto da Bisanzio a Ravenna"

    • dal 12 giugno al 20 dicembre 2020
    • Museo Classis Ravenna - Classe
  • Forza e introspezione nelle ceramiche di Lidia Mietti

    • solo oggi
    • Gratis
    • 1 dicembre 2020
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento